Film porno classic escort bois colombes

Ipocriti fin dentro i calzini. E il buco di oltre milioni di euro delle finanze di Catania lasciato dal dr. Scapagnini, assurto, per questi meriti, al grado di deputato, è l'esempio più eclatante: Perchè il medico del truffolo non poteva essere messo alla berlina, avrebbe nuociuto all'immagine del suo assistito.

E allora che non vengano a fare prediche: Quei poveri diavioli operati solo per gonfiare i rimborsi alle cliniche private lombarde ce li siamo già dimenticati? E le discariche su cui sono stati costruiti interi quartieri? E lo sfruttamento selvaggio del territorio? Che vadano a farsi Tu cosa ne dici? Infatti ogni volta che le masse di proletari sfruttate dai ricchi si sono ribellate rivoluzione francese, russa ecc.

La stessa non violenza di cui la Chiesa non si è ricordata in numerose altre occasioni storiche, come ad esempio le crociate e l'operato dell'Inquisizione. Ora, sappiamo tutti la situazione economica della Sicilia e di alcune sue città in particolare, per esempio Catania. Catania salvata dallo sprofondo del fallimento Sciampagninesco grazie a grosse toppe pagate dai soliti fessi, noi.

Ora, questo benedetto federalismo, oltre che avere un costo superiore agli eventuali ma quali benefici, in che modo metterebbe al riparo i cittadini dalle cattive se non truffaldine amministrazioni locali?

Io penso che la tesi di fondo del seguace dell'emipatetico sbavante con dito alzato, sia che i LORO non rubano, e delle ruberie altrui non dovrebbero più farsi carico, vigendo una sorta di contabilità separata. Tutto, infine, si riduce ad un neo-feudalesimo campanilistico, una frammentazione claustrofobica dove chiusa la porta i problemi si spera restino fuori. Un esempio di lungimiranza e prospettiva degno di una talpa cieca. Sono poetessa civile, sto leggendo un libro saggio modernissimo al giorno, che mi suscita cinguettii twitter in endecasillabi sciolti.

Lei scrive giudizi molto severi su disparati personaggi della politica, del malaffare, della Santa Madre Chiesa, e mi trova d'accordo su tutti, eccetto Don Farina. Non dimentichiamo che e' stato l'unico ad avere il coraggio di scrivere se ricordo bene al suo vescovo o cardinale che fosse, forse il Cardinale Bagnasco?? Oggi aveva in programma un interrogatorio a Palermo, in merito alla "trattativa" Stato-mafia. Bene, Massimo, mangia, bevi, fotti, e goditi la vita! E non sentirti frustrato se non ti intitolano una via: Hai tutta la mia stima e, guarda che, come sa bene chi mi conosce di persona, sono avarissimo in fatto di complimenti!

E mi firmo pure: Io mi faccio delle grasse risate quando sento parlare di "pezzi di Stato deviati", "Servizi deviati", "Mele di Eva marce nell'Eden della Chiesa"! Disimparare è apprendere di nuovo dal vuoto tralasciato che si riempie. Benissimo, il federalismo fiscale. Questo oggetto misterioso, questo UFO che la lega spaccia come la panacea di tutti i mali perchè lo considera il grimaldello per sfasciare l'unità del Paese.

Il federalismo in cambio di leggi sulla giustizia che fanno vergognare Paesi dove la democrazia è ancora un oggetto sconosciuto, leggi che fanno a pugni con il diritto che duemila anni di storia dai Greci ai Romani fino a noi ci hanno consegnato. Un federalismo di cui poco o nullsi sa, che molti nella maggioranza stessa non vogliono ma che accettano a malincuore perchè il loro padrone deve concederlo per averne in cambio quele leggi che gli consentono e consentano di evitare il carcere.

E mentre lui evita il carcere il Paese va allo sfascio e i giornali di famigghia intonano il coro contro Fini che ha usato un bene di propreità privata non pubblica in modo più o meno corretto ma non penalmente rilevabie, sembra. Quella di sinistra che non ha voce in capitolo, che non sa ancora come affrontare eventuali elezioni anticipate, divisa in mille rivoli di idee ma alla quale non si possono certo imputare i guai che affliggono l'Italia in quesi anni, nei quali - per 8 su 10 - ha sgovernato la destra!

Federalismo fiscale vero e non finto. Farlo e non fare finta di farlo per acontentare i gonzi. Perchè serve ad evitare quanto è successo fino ad ora, cioè furti e grassazioni, propagandate come giusta "perequazione", con i rusultati veri e non presunti evidenti e sotto gli occhi di tutti. Sud, Est oppure Ovest? Chi se ne frega. Non rispetto per l'uomo Cossiga, ma per l'Uomo, quale essere vivente e per il quale non si dovrebbe mai gioire quando muore ma, a onor del vero, anche io sarei contento se il truffolo andasse presto a fare compagnia alla mamma, che Dio mi perdoni!

Ma un commento con soggetto, predicato e complemento, un commento che si possa capire a chi o cosa si riferisce avremo mai il piacere di leggerlo? Possiamo avere il piacere di sapere le scelte sbagliate chi le ha fatte? Giusto per poter capire il senso e imbastire una risposta. Perche' rispetto per l'uomo? Se uno ha sempre pagato le tasse, ha sempre raccolto la pupu' del cane quando lo portava a passeggio per le strade, e non si e' mai fatto regalare un appartamento a sua insaputa, pero' sembra sicuro che si sia fatto massaggiare la cervicale anche lui, e non solo quella..

E' un uomo che merita rispetto? Io darei per scontato che ci troviamo di fronte a due armate Brancaleone. Rispetto per l'uomo, ma politicamente La Grande Livella finalmente fa il suo lavoro e ce lo toglie dalle scatole. Le carte prima o poi parleranno. La Storia lo ha gia' giudicato. Resto in attesa di Grazie del tuo post. Se e' vero quanto scrivi, e non ho alcuna ragione per dubitarne, solitamente i tuoi post sono rigorosamente basati sui fatti , c'e' da sperare che le condizioni di salute di Cossiga si aggravino in proporzione alle sue responsabilita'.

Fatto questo sfogo istintivo, riconosco pero' che questi pii desideri che rimandano l'amministrazione della Giustizia dalle mani degli uomini alle mani di Dio, siano stati "inventati" dalla nostra Chiesa per sottrarre al giudizio degli uomini, i vessatori, i delinquenti, i criminali, i mafiosi, i corruttori, tutta la feccia che la nostra Chiesa ha sempre protetto e contribuito a mantenere al potere.

La mia e'solo un'opinione o e' magari una felice intuizione suffragata dai fatti? E cosa piu' importante: Come già sai la cosa non mi infastidisce. Siccome anche prima della confessione involontaria di Borghezio alle telecamere si poteva supporre, a intuito, che lo stesso Borghezio fosse un fascista mi chiedo come si possa, dopo la visione del filmato, continuare a votare Lega e fare finta di non votare un partito di nostalgici razzisti che fanno finta di essere federalisti.

Se non basta nemmeno una autodenuncia a rendersi conto della realtà siamo messi male. A giudicare dal livore che esprimi,quel dito medio non è più alzato, ma è già arrivato a destinazione "nelle tue flacide chiappe".

Oppure uno che non vuole capire. Uno che è allo stesso livello di quel vescovo che non ha alcun rispetto per dei giovani morti in modo tanto atroce. Se Dio esiste ed io credo che esista è meglio per questo rappresentante della Chiesa , come per tutti i predi pedofili, che " Quanto a Scajola ha ricavato un illecito guadagno corrompendo e lasciandosi corrompere.

Fini ha forse usato la sua carica in un partito, ma non nello Stato, per favorire un suo parente: Adesso cerchiamo di capire quale sia la relazione tra Cossiga e le reliquie di padre Pio Sono del e ho cercato di insegnare ai miei figli, assieme a mio marito, ovviamente, che i loro diritti finiscono nel momento i - - - massi, sei due anni che scrivi sempre lo steso pezzo con nck name diversi, ma fai a fare una scopata, st.

Trovo strano che i comunisti del PD,facciano tanta cagnara per Scajola e nessuna parola per Fini, e pensare che il secondo caso è obiettivamente piu' grave.

I lavoratori metalmeccanici queste cose le vedono ed infatti snobbano bersani e votano Lega. Scusate, non sono pratica di blog, ma ritengo di poter provare a esprimere la mia opinione in merito a quanto letto sulla chiamata alle armi del presidente del consigio le minuscole le ritengo d'obbligo. Sono del e ho cercato di insegnare ai miei figli, assieme a mio marito, ovviamente, che i loro diritti finiscono nel momento i cui cominciano quelli delle altre persone; che la cosa più importante, nella vita, secondo me, è il rispetto delle regole, di se stessi e, sopra tutto, dei più deboli; è il potersi guardare allo specchio la mattina senza abbassare gli occhi, perchè sei sicuro di aver agito secondo coscienza.

Non posso credere che questo si possa dire per la persona che crede di poter governare a mio nome, che non ha alcun rispetto per l'altrui opinione, per l'altrui necessità e per l'altrui onestà,ammesso, e non concesso, che conosca il sigificato di questa parola ai miei tempi era un credo!

Come posso dire ai miei figli, e ai miei nipoti, che ho ragione io e non chi plagia costantemente il popolo italiano? Un ex presidente della repubblica ed ex ministro degli interni che dice queste cose sarebbe esplosivo ovunque.

L'altra notiziola stra-nota, e documentatissima, ma che non ha dato nessun segno di reazione è il filmato del Borghezio che dà in francese istruzioni sul come infiltrarsi da neonazisti nelle democrazie, travestiti da movimenti localisti. Leo gli intellettuali non amano essere ignorati.

Per questo preferiscono dare degli ignoranti ai loro lettori mancati. Il problema di Veneziani è che non è Montanelli. Chissà cosa penserà delle migliaia di bambini vittime dei porci preti pedofili e del vergognoso, complice e criminale silenzio della Chiesa. Altre punizioni divine saranno state, evidentemente. In seguito a questa intervista Alfio Nicotra, della direzione nazionale del Prc e responsabile del Dipartimento Pace e Movimenti del Prc ha chiesto di riaprire l'inchiesta sulla morte di Giorgiana Masi, uccisa in circostanze non ancora chiarite durante una manifestazione nel 12 maggio , periodo nel quale stesso Cossiga era ministro dell'Interno[14].

Inoltre la senatrice Donatella Poretti Radicale eletta nelle file del PD ha deciso di depositare un disegno di legge per l'istituzione di una commissione d'inchiesta sull'omicidio della Masi. Si ragazzi lo so che sembra una bestemmia, ma se il PD non mi manda a casa promotrici delle coop o un culatello stagionato o un televisore lcd 32 pollici come faccio a votarli?

Si, capisco tutto, ma almeno un cilicio a meta' prezzo Avranno uno spin doctor no? Mi sono sempre chiesto come Gheddafi governi dal senza i consigli di SB.

Cosa faceva SB nel ? Spero solo che SB mi mandi "Promotrici della liberta'" come quelle che vanno da lui e poi le fa ministre. Intendo persone intelligenti, preparate e competenti nell'amministrazione della cosa pubblica, pardon intendevo della "cosa pubica".

Riguardo agli sbarchi, non se ne parla piu' da un'anno. Vuol dire che Maroni ha fatto la faccia feroce. Vuol dire che SB ha messo in riga quel fesso di Gheddafi, o no? E che ci voleva, due padani per raddrizzare le sorti mondiali. Ma tanto ci voleva? Gente di poca fede. Mi arriveranno a casa i promotori della liberta' mandati da SB e pagati da me. Perche' alla fin fine io devo pagare quelli che mi rompono le balle. Almeno i Testimoni di Geova sono rompiballe ma sono gratuiti e me li gestisco io.

Quando mi arrivo' il giornalino porno di a casa lo guardai: Alla fine della fiera ho la strana sensazione di aver pagato io il conto pur facendo parte di quel 60 percento di italioti che non l'ha votato. Scusatemi, saro' ingenuo, ma non puo' essere se non in itaglia. E' stato un uomo di destra, Montanelli, a dire che gli italiani non sanno andare a destra senza il manganello. La destra italiana non è stata solo il MSI, è chiaro che nella DC e nel partito liberale c'erano rappresentanti di una destra liberale e antifascista.

Penso che il discorso riguardasse gli ultimi 20 anni, dove la destra postfascista di AN si è alleata con un piduista illiberale. Se la destra è alleata con , per me, non è una destra liberale. E poi, se Berlusconi non è di destra, allora bisogna concludere che non c'è nessun elettore di destra in Italia.

Grazie del consiglio, ma mi sa che l'argenteria gliela faccio prendere E qualcuno tenti di spiegare a pierino il balilla che serieta',nella politica ,significa anche non rubare o farsi corrompere. Se mi avessero detto che un giorno avrei provato compassione per Fini, avrei risposto che le probabilità erano le stesse di passare una notte con Monica Bellucci. Ah, le lenzuola le ho appena cambiate. Non fatemi dire quel che non ho detto.

La destra seria c'e' Fini e c'e' stata partito Liberale, Malagodi, ecc. Molti votano Berlusconi perche' lui dice cose tasse, efficienza dello stato su cui poi non fa un tubo. Se ci fosse un bel partito centrista moderno, succhierebbe molti voti a B. Diamo un'alternativa agli italiani che non vogliono votare a sinistra. Ma anche, non continuiamo sulla falsariga di: Sterile e puerile polemica.

Cosa significa in concreto? Una fazione politica fa gli interessi di chi la vota e la sostiene e questo non è nè serio nè stupido, ma semplicemente Vale per la destra come per la sinistra. Poi è normale che chi sta dalla parte opposta non sia d'accordo. Appellando di cervello " intonso" il fascista di turno , non era mia intenzione offenderlo , ma di dargli modo di pensare , visto che da oltre 67 anni in Italia e nel mondo tale ideologia è stata messo al bando.

Sono come un libro mai sfogliato, appunto. Naturalmente poi siamo noi i boriosi ,presuntuosi , arroganti e depositari del sapere. Questo Dio Padre Natura lo approva! Giel'ho chiesto poco fa Analisi sensata e senza estremismi. Allora il ducetto non è nè di sinistra nè di destra. Ma chi lo vota? La destra certamente, oltre una parte di delusi di centro.

E chi lo appoggia? Se la risposta è no, non se ne sono accorti, allora sono proprio una massa di ignoranti, stupidi e ciechi. Personalmente propendo per la prima ipotesi: Purtroppo questo mi dice che gli italiani non capiscono molto la vera democrazia. Democrazia parlamentare e' alternanza, quindi non pensare "meglio un asteroide che la sinistra" oppure "quelli di destra sono tutti ignoranti.

Un po' di serenita' non guasterebbe. Detto questo, il fatto e' che Berlusconi purtroppo non e' di destra, ne' di sinistra: Non fa certo una politica di destra seria vedere, che so Merkel, Cameron, ecc.

Berlusconi sempre purtroppo ha assuefatto gli italiani a pensare che la magistratura sia corrotta, che gli uomini politici devono essere immuni da condanne, ecc. Ci sono e ci sono stati grandi personaggi della destra, intellettuali basta pensare a Montanelli Berlusconi e' il simbolo dell'italiano che ti passa davanti quando fai la fila, parcheggia in doppia fila imbottigliando la tua macchina, butta le immondizie dove gli capita, e si vanta di averti fregato.

Per questo e' deleterio, ma, ripeto, non e' di destra. La destra seria e' un'altra cosa. Previsione smentita già oggi da un Berlusconi che sta armando le truppe deciso ad arrivare alla conta finale.

In tal caso Berlusconi, non essendo più presidente del consiglio, non avrebbe più impedimenti a recarsi in tribunale, dove lo attendono ancora tre processi. Anche prevedendo che Ghedini, detto il Rallentatore, sfrutterà ogni cavillo per prolungarne la durata, almeno uno potrebbe arrivare a sentenza.

E allora, addio sogni di gloria. A proposito del "solito, vecchio, persino ridicolo concetto che chi è di destra è automaticamente ignorante. Faccio notare che sono gli intellettuali di destra che dicono che quelli di destra sono ignoranti. Penso che questo succeda solo in Italia dove una destra liberale capace, quindi, di produrre cultura non c'è mai stata. Se la destra nel nostro paese non è stata e non è antifascista è per forza di cose composta da ignoranti. Le sue dimissioni sono ormai inevitabili Per altri, in circostanze meno gravi, i finiani hanno reclamato dimissioni immediate: Leggo su wikipedia che Berlusconi ha 4 -Procedimenti in corso: Tralasciando il fatto che ha modificato le leggi per sfuggire ai processi mi chiedo, affranto e sgomento, se veramente i berlusconiani come Capezzone pensano che i loro elettori non sappiano che il loro eroe, quello che non riesce a fare la rivoluzione liberale perchè ostacolato dai poteri forti, ha dei processi in corso per vicende che, mi sembra, siano almeno altrettanto gravi di questa storia della casa monegasca.

Oppure Capezzone pensa che gli elettori del Partito dell'Amore, a forza di sentirsi dire che Berlusconi è innocente i processi a Silvio sono una manovra delle toghe rosse per incastrare un avversario politico innocente , ci credano veramente. Quindi la differenza tra i processi di Silvio e quelli di Gianfranco sta nei magistrati. Mentre i giudici di Fini sono dei giudici non ideologizzati, equanimi, obbiettivi e onesti quelli di Berlusconi sono politicizzati.

Vedo che SB chiama a raccolta i ministri delle gambe aperte e tutti i suoi leccasuole contro i personalismi. Parte dal solito, vecchio, persino ridicolo concetto che chi è di destra è automaticamente ignorante.

Ma c'è un perchè. Siete talmente boriosi, presuntuosi, arroganti da considerarvi i depositari del sapere, dell'istruzione, della conoscenza. Basta che continuiate a beccare bastonate elettorali, poi potete anche pensare di essere più furbi degli altri. Non sono un simpatizzante di Fini, ma anche per lui l'abbraccio figocentrico con SB si e' rivelato mortale. Dovra' mollare, boia chi molla? Solo la Grande Livella ci liberera' di SB, chissa' quando e con chissa' quali macerie da ricostruire.

Frate, ti ghè raxon, è il friulano copiato da Scapippo Mi unisco all'entrata in refettorio, e ricordate: Cerco di non essere prevenuto, di giudicare per quel che si dice e si fa, anche se la tentazione è forte e loro non fanno nulla per convincere che sbagliamo.

Già accettare a scatola chiusa le pentole che il truffolo vende è sinonimo di poca intelligenza politica, se poi giudichiamo a priori Del resto anche il Mio padre naturale non m' approvava , ma cio' non mi ha impedito di usare il libero arbitrio e decidere per me stesso. L' altruismo esiste , magari non fara' tendenza ma esiste e non credo che ci sia bisogno di essere santi o pazzi.

Basta non essere egoisti , semplicemente. Circa il tuo post che io commentavo, credo che tutto si possa dire di noi che votiamo centro sinistra, salvo che ragioniamo nel senso del titolo del libro. Anzi, siamo iper critici prima di tutto verso i nostri rappresentanti. Voi di destra, invece, ragionate nel senso che piuttosto di vedere la sinistra al governo accettate cetrioli da tutte le parti, felici di dire "Mi basta avere un poco, se poi quelli al governo l'Italia se la divorano non me ne frega".

E' tutta qui la differenza tra voi e noi. E scusami e non per offenderti ne passa la stessa tra una cilindrata fecale fracappio ed una cioccolata fondente. Ripeto senza offesa per le persone ma giudicando solo il modo di ragionare. Mi stupisci che tu vada a portare come esempio , ad un fascista dichiarato , un libro , è noto che i fascisti hanno il cervello intonso , quindi.

Ed ora tutti in refettorio per il parco pasto da strafogare con francescana moderazione e semplicità! Ne cibum fastidias, come diciamo qui nel Convento di Monte Ficaia! Se poi tu e i tuoi amici siete più felici se pagate più tasse, sono affari vostri. Chi si contenta gode. Dovesse mai un giorno tornare la sinistra al potere, allora sarai felicissimo!!! Naturalmente meglio la caduta sul pianeta di un asteroide Penserete che queste parole siano state dette da uno del centro sinistra che, al solito, parla contro il truffolo.

Dice bene Paola Giliberti su Facebook: Il premier chiede ai suoi sostenitori di comunicare l'azione del governo e " Scusatemi ma questo è proprio il massimo! Avresti dovuto aggiungere "a fallo di fondo e in fondo moscio! E come direbbe lu frate de la Terronia: Della serie "Io basta che pago meno tasse possibile". Qualcuno da questo blog ricaverà un libro, come quel maestro di Napoli con i temi dei suoi alunni. Basta che non sia vz, i salottieri riccastri di sinistra del suo stampo hanno fatto il loro tempo.

Premesso che preferisco lo Sgarbi personaggio televisivo quello che urla con la bava alla bocca questa volta devo dire che lo Sgarbi scrittore ha raggiunto vette altissime.

Dunque, la differenza tra le tangenti della Prima Repubblica e quelle di adesso sono due. Un affare per noi cittadini. Adesso, invece, rubano per se stessi e quindi le tangenti di ora sono un costo per lo Stato, non un risparmio. Nello stesso articolo sul Giornale di oggi Sgarbi cita Benedetto Croce. Grazie per aver finalmente spiegato in modo semplice e comprensibile anche ai "non addetti ai lavori" come funziona questa cosa del cancro e delle malattie autoimmuni.

Adesso capisco come un certo personaggio politico di cui mi sfugge il nome, sia riuscito a portare avanti ormai da parecchi anni una teoria per curare il cancro. Questa teoria e'basata sulle ricerche parallele portate avanti in due cliniche nei paraggi di Arcore e Villa Certosa. E' risultato da queste ricerche che intrattenendosi con ragazze minorenni, intellettualmente dotate da diventare poi ministre, abbia una forte influenza sulla capacita' del sistema immunitario di sconfiggere quelle 4 o 5 cellule che giornalmente si avviano nella direzione sbagliata.

Da buon ricercatore, quel signore di cui non ricordo il nome, emulo del dott. Sabin , per assicurarsi che le ricerche fossero condotte con rigore scientifico, ha voluto praticare questa cura su se stesso per tutti questi anni, prima di annunciare al mondo intero che aveva finalmente trovato la cura per debellare il cancro.

Ma chi amministra Milano ladrona da 20 anni a questa parte? D'alema, Veltroni, Bersani, Bindi, Franceschini Per fortuna che bossi c'è, lui ed il suo dito medio Non c'è solo Roma ladrona, ma anche Milano ladrona.

Il fatto è che ci sono delle contabilità da spulciare e "nessuno" vuole vedere i conti da troppo vicino, perchè i numeri direbbero delle verità che renderebbero impossibile alla gente sopportare gioiosamente questo giogo da buoi. Il fatto è che i soldi a disposizione bisogna spenderli in fretta, prima che se li rubino quelli più furbi, quindi il fatto che si sprechino diventa una facile giustificazione anche per i ladri del nord.

Una volta che verranno fatti vedere i conti, quelli giusti e non quelli taroccati di sempre, voglio proprio vedere con che faccia e con quali argomenti, si troverà qualcuno che si ostina a non "dire". Bossi non è un oracolo, ha colto la Sua occasione.

Le occasioni degli altri sarebbe ora che finalmente si "estinguano". Fini dà prova di grande senso dello Stato. Equilibrio politico, rispetto del potere giudiziario, disponibilità a fare luce: Già qui si coglie l'abisso culturale e temperamentale che separa il presidente della Camera dal presidente del Consiglio, abituato a destabilizzare l'ordine giurisdizionale con i suoi furori ideologici e ad umiliare il potere legislativo con le sue leggi ad personam Il problema è che se i fans del nano ridens capiscono solo il linguaggio del dito medio non apprezzeranno mai la differenza.

Perchè la sinistra non vuole le elezioni anticipate? Perchè ha ancora bisogno di tempo per prepararsi a riperderle Allora, andiamo a ricominciare! Sperando di non ridere troppo al vedere i ditoni rivolti al tuo condottiero Boccastorta quando anche quelli un poco meno collioni di te capiranno l'entita' della presa per le chiappe che vi fanno passare per "lotta al sistema di Roma Ladrona" Spero,anche,che tu abbia un sistema nervoso ben saldo,perche' rischierai di andartene da questa valle di lacrime in maniera non consona alle tue radici cattoliche.

Turati ha ragione, diamine! Impariamo ad esprimerci come il gran capo, il papà del trota: Quelli di dx sono più pragmatici più concreti e meno parlai, chiedi ai Parmensi, 30 milioni per fare finta di costruire la metropolitana ,ho yes. Con le tue pretestuose saccenti battute ma sempre da tonto in concreto dimostri il nulla.

Il diavolo esiste sia a dx. Stiamo con la dx. Ora che la riforma stava per essere varata, si sono scatenate le forze antievolutive partitocratiche e stataliste della vecchia nomenclatura, etc etc, come gli onnipresenti logorroici Fini e Casini, per esprimere il nulla di concreto e fare il pieno di voti a sud.

Questo sud anti federalista per essere eternamente assistito. I vietnamiti, diversamente dal resto dell'indocina ci hanno messo oltre mezzo secolo per mettere d'accordo tutte le varie tribù. Non erano certo tutte forze "comuniste", ma a diem Bien Phu contro i francesi e in anni di sangue con gli americani nel sud e nel nord hanno dimostrato che avessero alcune idee poche molto chiare.

Come anche le macchine belliche più potenti del pianeta contro. Leo, diciamo pure che quel che spaventa la vecchia coalizione dei volenterosi dall'intervenire in Pakistan non mi sembrano i costi ecomomici.

Non supererà certo le centinaia di milioni di dollari poi diventati miliardi spesi per portare avanti questo conflitto in tutti questi anni, avendo cura di rimanere entro i confini afgani. La decina di nostri nuovi blindati da 6M, è di questi giorni. La situazione che tu ben tratteggi fa piuttosto pensare chiunque che prendere o uccidere il vecchio caro Bin non è che fosse la cosa più importante di tutte. Una volta "piazzata" e venduta la guerra, che i presupposti fossero fasulli o la pubblicità ingannevole sembra non abbia più grande importanza.

E le economie degli stati o delle società di contractors partecipanti ne traggono un notevole rilancio. Se invece vuoi pensare che ci abbian ripensato strada facendo perchè hanno fatto due crudi conti, liberissimo. Nella ex-yugoslavia la casa del nostro vicino stava bruciando, e la Nato, quando ormai la carneficina era un bel pezzo avanti, ha mandato i suoi araldi e ambasciatori più ascoltati: I marines sono rimasti ad Aviano e salonicco, by the way.

Le nazioni europee a parer mio allora non potevamo non intervenire, e l'abbiamo fatto. Il carico di responsabilità è enorme, certo, ma non fatico a riconoscere che nonostante la distruzione e la sofferenza portate, qualunque cosa fosse meglio di quel che accadeva a Srebrenica in agosto qualche anno fa. Per rimarcare chi ha appiccato e poi alimentato l'incendio in in Afganistan e Irak, devo per forza sempre dire che la democrazia è cosa giusta e che l'acqua è bagnata?

Grazie per la solidarietà che mi avete espresso. E' importante anche questa. Sembra che Bin Laden, inseguito dagli eserciti occidentali, si sia rifugiato in una zona al confine con il Pakistan, il Waziristan, un territorio ufficialmente amministrato dal nostro alleato pakistano ma in realtà una regione autonoma dove, di fatto, comandano le tribù locali, che simpatizzano con i talebani.

Esportare la democrazia era considerata, dai media berluscoleghisti e terzisti, una cosa buona e giusta, mi ricordo Giuliano Ferrara che farneticava di come la democrazia si sarebbe diffusa da una nazione all'altra e avrebbe emancipato i popoli sottoposti a brutali dittature, laiche o fondamentaliste.

Penso che la "comunità internazionale" abbia il diritto di intervenire negli affari interni di uno stato quando ci sono fondati motivi umanitari un genocidio in atto , ma il principio di esportare la democrazia con le armi sia un concetto pericoloso, specialmente se a parlare di democrazia sono degli esaltati come i neocon.

Eh, Paola, non ci sono più le trenette cu pestu d'una volta! Allora ci conto sulle tue troffie: Su queste cose sono un tradizionalista: A costo di divorziare! Beh, in Terronia Vaticaliana del Sud a quest'ora si fa lo struscio obbligatorio. Ci si legge e bonanotte ai postatori! Porca di quella santa bagascia! Sono entrato ed ho letto i tuoi interventi dalle 18 in poi gli altri li avevo già letti prima e devo dirti che meno male che ci sei tu, altrimenti il blog languiva.

E adesso esco per un giretto. Buona serata a tutti! L'icona è diversa dalla Madonna del Bosco ed è in formato statua , ma le invocazioni strazianti sono identiche. Credo che in inglese oggi la locuzione give sanctuary sia usata nel senso del gimme shelter dei Rolling stones di alcuni anni fa, per curioso contrappasso. Altre guerre, ma stessi discorsi. Abbiamo intendo Nato sotto mandato UN la possibilità di continuare a bombardare l'Afghanistan per altri anni.

I mezzi non mancano e non vedo grandi difese antiaeree tra noi e questa impresa. I miei dubbi sono sul fatto che gli stessi apprendisti stregoni che ci sono costati milioni di euro e di dollari e non so quante vite umane, ci dicono che ormai questo ehm conflitto ha preso di vita propria e non possiamo andar via tout court da un posto che interessa un sacco di giocatori. Insomma, l'equipaggiamento da 20ooo Usd a fante non ci manca, e i gingilli da 6milioni di euro a blindato neanche.

Almeno quelli non si squaglierebbero sull'asfalto di questa domenica d'agosto italiana,penso io. E quale holding o corporation non liquiderebbe questa spedizione militare come "fallimentare"?

Se non bastassero i dati economici di questi interventi, che sono terrificanti non solo per gli stati uniti, pensiamo alle coscienze degli afgani: L'effetto domino c'è stato con gli attentati islamici, con le nuove democrazie un po' meno. Facciamo la guerra con i droni, dentro le torrette dei blindati ci potrebbe essere una donna o un ragazzino, poi le mine,i missili teleguidati. Sono pazzo io a pensare che tra i pochi coraggiosi che sono scesi da quegli aerei che gli afgani hanno visto in faccia, si ricordano un Gino Strada, quello sceso senza fucile?

Il Times pubblica una foto di una ragazza sfigurata e sottotitola: Insieme a tante altre brutte cose. Ma forse non era il sottotitolo giusto.

Riuscire a insufflare il formicaio. Come si poteva anche mettere delle esche di zucchero fuori dal termitaio, non so. O chiamare una ruspa, poteva funzionare. Pensa che sembra che siamo andati dietro a chi pensava che era meglio avvelenare l'area. O dare fuoco, tanto l'incendio non si propaga. Che dici, è ora di invertire la rotta perchè qualunque altra opzione è più costosa? Io dico di si. Un factotum del Pdc, ministro della difesa, dice oggi che dobbiamo inasprire le norme anti-immigrazione.

Per motivi che come ben sai non sono in grado di capire, i bravi agricoltori prelevavano dal Credito Agrario e precipitevolissimevolmente si recavano nella Banca D'Innella! Conosco abbastanza bene una parte della Liguria Lerici, Portovenere, San Terenzo in quanto avevo dei parenti da quelle parti Ora mi ricordo che quando avevi 17 anni, assistetti a La Spezia al concerto dei gemelli Piero e Angelo Bertoli, o forse era solo uno Ciao e, oltre al lupo di cui sopra, anche la balena!

Chissà che fine hanno fatto i venti milioni di doppiette di Bossi, nonché la camicia verde uturati.. Non avevo capito un tubo, ovvero che la tua indignazione era col nome vagamente blasfemo da quelle parti della clinica oculistica, e non con la clinica in sé.

Pazienza, alla mia età succede: Mala tempora currunt, Nico', il vicepresidente del Cnel Giuseppe Acocella dal chiaro cognome bergamasco , propone di resuscitare la Cassa del Mezzogiorno. Chissà che fine hanno fatto i venti milioni di doppiette di Bossi, nonché la camicia verde uturati. Non vorrei che sitibondi pugliesi del Nord si trasferissero qui Poi verrebbero pure le varie faide del Gargano e va tutto a puttane! Noi la delinquenza l'affittiamo se proprio è necessario, e non badiamo a spese: Il bosco bisogna immaginarlo in quanto non è mai esistito, il quadro miracoloso della Madonna non bisogna guardarlo: In realtà si tratta di una pala d'altare rubata da chissà quale chiesa dopo l'Unità dell'Armento d'Italia e ritenuta incommerciabile dai ladri, e pertanto gettata via.

Nicola, lungi da me rivolgermi a lei erroneamente con meri titoli assolutamente inappropriati come fece poc'anzi la sig. Insomma, il mio sistema immunitario se n'era andato a farsi un goccetto da qualche parte Ah, se passa dalla mia meraviglisa Liguria, faccia un'eccezione e degusti le troffie al pesto innaffiandole con una bella bianchetta fresca Alcune volte questo evento non si verifica e quella via continua.

Coda che rimane moscia anche nei ventenni, ahiloro? E chi lo controlla sto sistema immunitario? Io non lo prenderei mai: Meglio un piatto di "Rigatoni alla D'Addario", no? Un aumento significativo dei casi di neoplasie è stato registrato anche nel Gargano, in particolare Sannicandro e comuni limitrofi.

C'è chi da la colpa all'Acquedotto Pugliese, di cui tu difendi spesso la qualità dell'acqua. Io non ho elementi di valutazione, ma so che a Sannicandro c'è un depuratore delle acque reflue sulla cui efficienza i cittadini mia moglie è del posto nutrono dei seri dubbi. Niente depuratori cigolanti dalle tue parti?

Tolto il camice ero un Cappio qualsiasi Bevo acqua dell'Acquedotto Pugliese, una delle migliori d'Europa. Sparambio usando il Diazepam. E, se non bevendo alcoolici contribuisco poco all'aumento del PIL dell'Itaglia, non mi cale più di tanto. Dio Padre Natura non fa mai del bene o del male aggratis e non lo permette neanche alle sue creature, fra cui Homo inenarrabilis.

L'altruismo tout-court è solo dei Santi e dei Folli. I Santi stanno in Paradiso, i Folli nelle strutture psichiatriche, ma come pazienti, non come medici! Ma questa, finché è possibile "deve" essere richiesta, non data spontaneamente: Nella fattispecie, allestire una Clinica Oculistica griffata "Jesus Christ Superstar" in zona ostile, è quanto meno da avventati. Un medico in divisa militare sarebbe d'accordo con me! MSF mette ai primi punti che è un'organizzazione "aconfessionale", giustamente.

Se proprio mi rendevo conto che il paziente avrebbe trovato maggior giovamento nell' essere preso per i fondelli, sia pure a malincuore lo facevo. Gino Strada non fosse stato colpito da infarto, difficilmente avrebbe fondato Emergency! Quando si dice la jella, poi: C'è chi ha svolto studi sull'azione facilitante l'insorgenza di tumori che eserciterebbe il radon, gas radioattivo naturale.

L'effetto sarebbe particolarmente evidente su coloro che vivono ai piani bassi delle abitazioni, che sono più vicini al suolo. Ri-premetto che anche secondo me è difficile dare la 'democrazia' chissà cosa è, poi a chi non se la cerca da solo, e magari neanche la vuole. O la vuole solo in frazioni elitarie della popolazione. Ma quale è la differenza tra un posto dove non vogliamo andare per una serie di motivi, non ci vogliono, ci si sporcano le mani, non siamo disposti a accettare le perdite, etc.

O in altri termini, se non abbiamo i mezzi per andare a far fuori tutte le formiche rosse nel loro nido, ce li abbiamo per insulare il formicaio? A giudicare dall'Afghanistan, o dalla Somalia che è più vicina, la domanda aspetta ancora una risposta facile, chiara e convincente. Quello riguardante Atocha e l'altra stazione, a Madrid. Raffe' qui non parliamo di Io sono cresciuto a km da Roma. Con una cospicua parte delle mie amicizie e dei miei affetti il treno che ti porta a Termini o Tiburtina lo prendevamo più volte l'anno, fino ad arrivare al pendolare che lo prende tutti i giorni.

La maggior parte dei viaggi si fanno tra le 7 e le 8 del mattino, per arrivare esattamente tutti alla stessa ora in cui sono scoppiate le bombe sui treni nelle 2 stazioni di madrid. Erano treni di pendolari, studenti, impiegati e operai, solo che erano spagnoli e io li stavo guardando in televisione.

Come facciamo a scordarcene? Il fatto che nel frattempo fossimo gia impegnati in missione di pace per conto delle UN tuttora in corso e in un altro intervento di pace in Irak con alcune migliaia di uomini, a me fece pensare un bel po', pero'.

Un altro dei grossi guai, molto grosso, è che abbiamo Nato, ex-Urss, etc i silos pieni di armi e sono tempi in cui le economie dei paesi occidentali non è che godano di ottima salute.

Quanto sia importante filtrare le informazioni che arrivano ai media occidentali te lo dice la storia del corpo astrale che ha colpito il Pentagono. Invece di dire si ci siamo sbagliati era un missile di un caccia mandato ad intercettare etc.

Probabilmente le ipotesi che le torri fossero minate, gli aerei giocattolo e gli israeliani sani e salvi, sono tutte stupidagini che danno l'idea di quanto si scateni la fantasia complottista nel mondo, ma quella del Pentagono è stata proprio grossa da bere. Poi sono venute tante cose tra cui le bombe in Europa, in scala più grande di quelle in Francia di qualche anno prima.

Ma non sono io che li tratto da "piazzisti" di tutto: Fracappio, non avevo mandato invettive, ma richiesto un suo illuminato parere sull'incidenza, a mio avviso alta, sui casi di tumore sviluppatisi nel mio palazzo, in un paio d'anni, in tre persone su un totale di 18 individui, specificando tipi e terapie ed esiti, ma il sistema non me lo accetta, non riesco a capire perchè Il confine tra altruismo e gratificazione personale è molto labile.

Ma qualunque sia stata la motivazione che ha spinto quelle persone in terre tanto pericolose, resta il fatto che quella guerra la si combatte anche in questo modo. I talebani vogliono fare "terra bruciata" e far scappare tutti, spingere gli occidentali all'esasperazione e quindi farli abbandonare la partita. Non ci sono riusciti ancora ma manca poco. E poi assiteremo ad un nuovo bagno di sangue "purificatore" durante il quale tutti quelli che si sono macchiati di collaborazionismo o hanno assunto atteggiamenti all'ccidentale passeranno a miglior vita.

E migliaia di persone dal ad oggi saranno morte invano. Ciao a tutti e ben ritrovati dopo una lunga assenza. Mi sento ancora una volta tra vecchi amici e mi sembra che il blog abbia raggiunto un buon livello a parte fisiologiche intemperanze: Grazie a tutti per questo.

A proposito di altruismo. Tempo fa mi è capitato di discutere con dei cattolici clericali se chi faceva volontariato era mosso da "sincero" altruismo o se, viceversa, ricavasse da tale attività una gratificazione non materiale ma morale.

La discussione mi pareva oziosa, perchè l'unica cosa importante è se chi usufruisce di un servizio di volontariato vede la sua condizione migliorata oppure no. Che il volontario si "diverta" o meno mi pare del tutto secondario. Buon appetito e a bentosto! Per quello che ne so' Karen Woo , la dottoressa inglese massacrata in Afghanistan , non aveva alcuna motivazione politica o religiosa.

Tutto il resto e' spam Perchè le cheratiti, no? Ti do un consiglio. Se hai nipotini molto piccoli non baciarli non tu "Raffaello", tu "nonno" in genere Sai che ha fatto la cilindra fecale? Mi ha riso in faccia!

Ma tu vedi quanto sono io t. Pensa che ho consigliato ad un amico ci conosciamo da 61 anni! La "vera" soddisfazione che si prova a fare il medico è questa: E pensa lo scienziato: E non ho neanche quell'altra modestia che caratterizza la quasi totalità dei medici, bravi e no: Pensa che qui in borgo io mi fido solo di un medico ovviamente ammalato!

Quelle poche volte che vado a trovarlo in ospedale, appena lo vedo mi inginocchio e mi segno! Quella di Satana, ovviamente! Io ci andavo malvolentieri perché quando volevo cambiare discorso e parlare di spaccozza, mi mandavano a quel paese, ecche[omissis]! Non perdere tempo a dimostrarmi che le Banche sono Enti Benefici perché già lo so!

Sed, contra vim mortis non est remedium in hortis, qualis phallus! In questa landa c'è un discreto aumento di leucemie e linfomi Ne ho parlato con alcuni colleghi mutualisti.

Mi hanno risposto con bellissime frasi tipo: Sai che ha fatto l'Inter? Tra quelli che, invece, andranno in ferie, molti sceglieranno di restare nei confini italiani. Si accorcia anche la durata del soggiorno- Repubblica. Ma perchè il Censis e Repubblica si ostinano a negare l'evidenza?

E il Censis come le fa le statistiche, con il pallottoliere? Noi utenti del blog sappiamo, grazie alla preziosa segnalazione di noimona, che questo inverno c'erano le stazioni sciistiche di tutta Italia prese d'assalto da frotte di disoccupati, precari e cassaintegrati, alla faccia della crisi.

E sempre noimona ci ha fatto notare che questa estate ci sono code kilometriche ai caselli autostradali, la prova provata che la crisi è una invenzione dei comunisti che tentano di sostenere che la lungimirante azione di governo di sta impoverendo il paese.

La disonestà intellettuale del Partito dell'Odio, che, come tutti sanno, viene sempre sconfitto dal Partito dell'Amore è senza limiti. Basterebbe essere equanimi e obbiettivi come noimona. Egli sta cercando da tempo di metterci in guardia contro notizie non veritiere diffuse da certa stampa falsa e tendenziosa.

L'Italia sta reagendo alla crisi meglio di altri paesi, ma la propaganda bolscevica nega l'evidenza. La politica del sorcio. Quanti sono i deputati eletti nel PdL che non saranno riconfermati per le prossime elezioni? Parecchi, tra inquisiti e poco servili.

A loro conviene un governo di transizione, che voti una nuova legge elettorale per accasarsi in altre formazioni politiche e maturare il diritto alla lauta pensione. Lavarsi accuratamente ogni giorno i piedi e sotto le ascelle per le due settimane precedenti. Ho il naso delicato. Il mio motto è 'Soddisfatti o no, sono cavoli vostri, non miei'.

Altrimenti restate dove siete e chi se ne frega del vostro tracoma. Chi è nato vero signore non va in vacanza visto che ci sta tutto l'anno.

Io babypensionisticamente lo nacqui. Tu non so, ma auspico! Non so se hai servito la Patria, ma Cliniche Oculistiche con pubblicità: Mi sono venuti in sogno direttamente dall'Iperuranio:.

Ma come sono venuti in mente a Suso o Luchino? Attendo prima risposta su Vita e Amore secondo Platone e Steiner, poi parliamo di oculisti con "croce o crocefisso" in Paese mezzolunare in guerra. Intanto, notte a tutti. Qualcuno ha ricordato cosa gli diceva il padre riguardo alle politiche del tempo.

Il mio mi diceva che se i governi non si fossero resi conto di dover aiutare seriamente i popoli più poveri esportando soldi piuttosto che "democrazia" sarebbe arrivato un giorno in cui a milioni si sarebbero buttati in mare per raggiungerci a nuoto e scannarci uno a uno dentro i nostri letti.

Vi siete chiesti perchè la notte vi sbarrate dentro casa? Virtù der cacchio è la rassegnazzione. Ner cibbo cerca la genuinità.

Chi troppo in arto va cade sovente. Li bacarozzi è mejo che li schiacci. Incazzato divento più eloquente: Raffaello Barella Grazie per l'aiuto. Non faccio più ricerche sui dati. Bastano e avanzano le notti insonni passate col fiele in bocca dopo i risultati del tempo. Appartengo alla generazione dei Nereo Rocco: Le verità, quando dette in faccia, non fanno mai male. Soprattutto a chi le dice. Quindi non credo che la permanenza delle truppe occidentali in Afganistan sia garanzia di sicurezza in Occidente.

Dopo di allora quel risultato se l'è solo sognato. E dalle parti di mio padre, in Veneto, i democristiani li trovavi eccome. Fra Cappio Mi meraviglio, Dottor Terlizzi, e per una volta mi indigno pure, che un medico faccia del sarcasmo sulla presenza di oculisti in Afghanistan.

Non c'è bisogno che ti spieghi io che la percentuale di disfunzioni dell'occhio è alta in tutto il mondo, non certo minore nel terzo mondo dove alle 'solite' malformazioni miopia, strabismo, prebiopia si aggiungono massicciamente le vere e proprie malattie. E uno che non vede più o vede male quello che sta facendo, smette di essere un produttore e diventa un peso morto, in un posto dove di trippa per gatti già ce n'è poca. Se poi vogliamo discutere sull'opportunità di esportare la democrazia, posso anche essere d'accordo con quei pacifisti umanitari secondo i quali è meglio che si scannino tra di loro.

I guai cominciano quando gli scannatori, nei momenti di pausa a casa loro, scannano o fanno esplodere anche fuori casa. Abbiamo già dimenticato le bombe sui treni dei pendolari a Madrid? La crisi non accenna a passare, i posti di lavoro se ne vanno in fumo insieme alle speranze per un futuro migliore, le promesse di Curtolo si sono rivelate per quello che sono, delle panzane clamorose e a sinistra si inizia a litigare ancora prima di formare una coalizione.

In tutto questo marasma, non si trova di meglio da fare che dividersi tra berlusconiani e antiberlusconiani, nessuno che dica qualcosa, nessun'altro che la proponga, come se l'unico problema dell'Italia sia avere o non avere al governo una persona che vista l'età, tra pochi anni sarà morta.

C'è qualcuno che sà pataccate a parte , di come rilanciare l'economia italiana? Di certo ogni popolo ha il governo che si merita, anche se a volte mi vengono in mente le parole di Mussolini: Leo Da buon samaritano, preparati alle crociate.

Le truppe dei Brambilla-boys, faranno il porta a porta, per presentare il nuovo fantasmagorico programma elettorale, in omaggio la spilla della Brambilla autoreggente. Le truppe comandate dal Trota, installeranno i gazebo, nelle piazze, incroci e rotonde stradali.

A tutti verrà consegnato la tessera lumbarda con il nuovo codice fiscale padano. Fini, preoccupato della politica antimeridionalista di questo governo, cerca di salvare i voti degli suoi elettori meridionali e di raccattarne di nuovi dalla sinistra, che lo vede come un salvifico moralizzatore. La vicenda monegasca è rivolta a questi ultimi. Se avessi tanti soldi e tu mi venissi a parlar male di Berlusconi credo che ti darei ragione. E lo continuerei a votare. Non so quanti anni hai ma ai tempi d'oro della Dc percentuali del 50 e oltre per cento con maggioranze assolute non trovavi un democristiano per strada neanche se gli proponevi una mazzetta.

Ma io voglio bene all'Umanità e penso che sia compito di ogni uomo di buona volontà lottare contro la superstizione e l'ignoranza. Dire che è inutile cercare di catechizzare un berlusconiano, perchè, essendo berlusconiano, non capisce una beneamata, è un errore.

Infatti se noi, biechi illuministi democratici, non parliamo con i fans di Silvio, questi continueranno a votarlo, dando retta alla propaganda del Minzculpop. C'è anche chi pensa gli anti-antiberlusconiani che dire ai berlusconiani chi è Silvio non sia utile, perchè il fans di Silvio ci resta male se gli spieghi che Silvio è un piduista. Siccome realizzare di aver votato un imprenditore illiberale che pensa solo a farsi gli affari propri è un peso insopportabile, per chi è onesto, è meglio non parlare dei guai giudiziari di Silvio.

Anche perchè corri il rischio con Fracappio di dover correre al riparo sotto un ombrello. Un bicchiere alla mia salute. Mi chiamo Nicola, e non vedo perché dovrei avertene!

Non vedo perché voler cambiare il corso della Storia dell'Uomo: Leggo la sua risposta al mio intervento, e mi viene da piangere dallo sconforto. Non me ne voglia.

Non è più tempo di pubblicità porta a porta: Non capisco di che ti preoccupi poi: Per quanto riguarda la guerra poi, i Cristiani sono tenuti ad essere d'accordo con Sant'Agostino, Dottore della Chiesa "honoris causa", il quale diceva più o meno, a proposito della goduria di rendere l'anima combattendo che "morire a 20 anni o ad 80 non fa alcuna differenza: Naturalmente scriveva questi augurabilissimi eventi mortiferi fra una scopata e l'altra con la bella 16enne che aveva in casa.

Famosa è la sua breve implorazione a Dio: L'Afghanistan era già condannato prima dell'inizio della guerra. Troppo difficile da conquistare, impossibile da mantenere. Lasciarli al loro destino significa restituirli ai talebani: Ma credo non ci sia speranza.

O ce ne andiamo o ci scacciano: Per farle pascolare usava un recinto elettrico, di quelli in cui un semplice filo metallico è appoggiato a paletti di fortuna.

Nel filo, collegato a una batteria, passa a intervalli di cinque secondi una scarica di corrente, non pericolosa ma abbastanza dolorosa. Come era da aspettarsi, dopo un paio d'ore si vedeva che l'erba, fino a un metro dal filo, era intatta. Da un mese, per almeno trenta chilometri intorno a casa mia i programmi di Mediaset non si vedono più: Nelle rare immagini si vede SB con chiome fluenti e il vestitino alla marinara che brandendo un coso priapico insegue prosperose fanciulle.

Andasene tutti e lasciarli massacrare fra di loro? Io sarei, purtroppo, per la soluzione b: Ogni popolo deve affrontare la propria catarsi. Costerà lacrime e sangue, ma neppure un intervento dall'esterno risolverà mai nulla. Leo, ma credi davvero che degli invertebrati cerebrali che credono in quel venditore di pentole siano cpaci di apprezzare la tua sottile ironia? Comunque complimenti per il tentativo!

L'avvincente saga dell'appartamento monegasco donato ad AN da una nobildonna "come contributo per la buona battaglia" Vincere! La campagna stampa dei giornali berlusconiani contro il perfido Fini è mossa, indubbiamente, da un sincero intento legalitario. Infatti, se è vero quello che si dice, non è bello fare ricorso a società offshore per creare fondi neri o pagare meno tasse. Come minimo Fini deve delle spiegazioni al suo elettorato che è, da sempre, molto sensibile alla questione morale.

Se venisse fuori che Fini è colpevole la sua carriera politica sarebbe finita. Si potrebbe obbiettare che anche Berlusconi ha delle vicende giudiziarie simili e, quindi, anche lui debba delle spiegazioni ai cittadini, ma gli elettori di centrodestra sanno distinguere tra inchieste strumentali, ideologizzate e a orologeria, come quelle delle toghe rosse che tentano invano di condannare da 16 anni , e inchieste vere e autentiche come questa.

Già stamane mi ero accorto del mio fraintendimento. Il lo sapevo ma lo avevo dimenticato. Forse per me è giunto il momento di cambiare cantiniere.

La vedra' seguendo il ditone medio del condottiero Boccastorta. Ci penserà il Beato Escrivà de Balaguer, se non ha altri impegni! Perfino nel grande AgriNONturismo da cui ti scrivo, ma non credo che c'entri il baffo malefico, stavolta! Il non invito a cena era rivolto a Tex leo e non a lei preferisco dare del tu , meno formale. Ma se il presidente della camera ha curato i suoi interessi a danno di AN lo dobbiamo considerare peggiore del pdc che ha fegato e frega lo Stato italiano ogni giotno, facendogli pagare multe per non aver trasferito rete4 suk satellite, trascurando la programmazione RAI anzi rendendola meno appetibile per la pubblicità, vivendo ogni giorno come giudice ecome reo, giudice di se stesso?

Se Fini ha sbagliato pagherà, ma allo stesso modo vorrei che pagasse il truffolo, che fino ad oggi, solo graxie alle leggi tagliate su misura per lui se l'è cavata! Lo sforzo non è mancato. E non si è impegnato il solo Raisi. Frate da quel di Velletri, se sarà il caldo dovessi vedere intorno a me una raffica di comportamenti da DSM IV in ordine alfabetico svilupparsi ripetersi e propagarsi per via aerea..

Nel tuo caso basta aspettare che Nettuno un giorno si inghiotta l'Ikarus per poi sputar fuori sano e salvo solo baffino, li' sulle piatte spiagge pugliesi. Cosa non darei per vederti prestare i primi disperati, ma sei sempre medico soccorsi al naufrago!

Come dicevamo, solo coloro che vengono ritenuti in grado di combattere possono votare. Coloro che votano in favore della guerra sono automaticamente arruolati.

All'atto del voto a ciscuno di loro viene addirittura comunicato dove dovranno presentarsi al mattino dopo. Un cervo e un altro cervo potranno competere, affrontarsi, conquistare o perdere femmine e territorio, ma non potranno invidiarsi.

Che un uomo sia invidioso, dunque, è la prova più certa della sua umanità. Amaro, e funesto, e contagioso. Non è forse, la gelosia degli uomini, il segno più certo del nostro valore, la naturale conseguenza del suo riconoscimento? Non è anche per il sottile piacere di essere invidiati che ci battiamo per ottenere il successo?

Eraclito la pensa diversamente. Essere invidiati - ci insegna - è doloroso quanto lo è invidiare. Il malocchio è un fluido venefico che contamina il bene, lo deforma, lo riduce a cosa, a un oggetto che si possiede strappandolo ad altri. La loro sorte - buona, grama, mediocre - è in pubblico. Oltre che primo assassino, Caino è il primo fondatore di città.

La fiera requisitoria contro Abele e i suoi immeritati privilegi si conclude con un incitamento alla rivolta: Il suo sguardo ansioso è tutto teso a calcolare quanta felicità sia toccata a lui e quanta al suo simile. Questo sguardo guidato da un disperato senso di giustizia, questo sguardo che insegue il miraggio della felicità, è senza gioia, è sempre più lontano dalla gioia.

La felicità è strettamente legata alla volontà: Entrambe - felicità e gioia - sono moventi del nostro operare umano; ma chi opera in vista della felicità è inquieto, insoddisfatto: La gioia è la sua origine, non il suo fine.

Chi opera per gioia, potremmo dire, ha già ricevuto il premio: Parlare di premio , tuttavia, è ancora inappropriato: La gioia, invece, è smisurata, incommensurabile. È un dono immotivato, senza rapporto alcuno col nostro merito. Un dono sovrabbondante, traboccante, che ci spinge a condividerlo, a donare. Se gli uomini sono uguali, anche le loro quote di felicità dovranno esserlo. Che sia Dio a commettere questa ingiustizia, che siano le circostanze storiche, economiche, sociali, che sia lo Stato, il caso, la fortuna, Caino vorrà sempre opporle il suo metro, la sua giustizia.

Scrutando il meglio e il peggio, ha perso di vista il bene. Più acutamente spia il proprio simile, per smascherarlo, meno lo vede. Lo sguardo che calcola e misura non è capace di guardare davvero Abele; è uno sguardo abbattuto, cieco, disperato. Solo la gioia permette, a chi se ne lascia invadere, di vedere il bene, proprio e altrui, di guardare al proprio simile non come a un uguale da guatare con sospetto, ma come a un altro da contemplare e custodire.

Il metro di Caino - di Umberto Fiori. Una sollecitazione a pensare non dal Festival di Filosofia ma dal mondo di Esopo e di Fedro. Al di là dei "corsi e ricorsi", il filo della tradizione critica. Contro la cecità e la boria dei dotti e delle nazioni Indicazioni per una seconda rivoluzione copernicana Chi dice che è morta? Ritratti del desiderio di Massimo Recalcati pagine, 14 euro, con le fotografie di Giancarlo Fabbri è pubblicato da Raffaello Cortina Editore. Che cosa resta della grande lezione di Freud?

Cosa della grande rivoluzione culturale rappresentata dalla psicoanalisi è destinato a non essere cancellato? Lo si grida da più parti e ormai da molto tempo: Il nucleo di questa invenzione è etico prima che terapeutico. Ma la prima vera e grande sovversione etica imposta da Freud è quella che ci costringe a modificare la nostra ordinaria concezione della malattia e della sofferenza psichica. Questo è un contributo ancora attualissimo e nevralgico della psicoanalisi: La divisione multipla interna al soggetto - tra coscienza, preconscio e inconscio, tra Es, Io e Super- io - ci costringe infatti a ridisegnare la nostra idea della vita umana.

È un principio clinico che riguarda tanto la vita individuale quanto quella collettiva: La psicoanalisi incoraggia una politica anti-segregativa. Quale è il volto dello straniero che si tratta di accogliere?

Innanzitutto quello del desiderio che esprime la dimensione radicalmente insacrificabile della singolarità. È questo un punto nevralgico presente nel pensiero di Freud, ripreso con forza da Lacan: Questo comporta un attrito fatale nei confronti di tutte le pratiche di normalizzazione autoritaria e di medicalizzazione disciplinare della vita. La vita del desiderio - la vita della singolarità - è sempre vita storta, difforme, deviante, bizzarra, anomala.

Ciascuno ha il compito di trovare la propria misura della felicità. La psicoanalisi è una teoria critica della società: La sua vocazione è antifascista nel senso più radicale e militante del termine: Di fronte al mare Barbara Chitussi , Lo spettacolo di sé.

Filosofia della doppia personalità , Meltemi, , pp. Lo dimostra brillantemente Barbara Chitussi che in un saggio appena uscito da Meltemi non solo, quasi come in un romanzo, mette in scena i casi clinici, le storie fantastiche di personalità multiple di cui si sono occupati gli psichiatri francesi, ma ne trae il materiale teorico per costruire una vera e propria filosofia della personalità. Ma, come accade spesso, il brusio delle voci senza volto finisce per raccogliersi nel fulgore di un nome che quelle voci, tutte, le fa risuonare assieme.

O meglio, triste e cupa Félida appare di solito sino al momento della sua crisi. Le accade infatti, talvolta, di cadere improvvisamente nel sonno e di risvegliarsi in uno stato che non è più quello nel quale si era addormentata: Come nota con finezza Barbara Chitussi, gli psicologi che a proposito del caso di Félida iniziano a parlare di doppia personalità, operano a loro volta uno sdoppiamento dello stesso termine di personalità.

Non più sinonimo di coscienza o di vita, la personalità torna ora a riavvicinarsi al significato originario del latino persona: Nel secolo scorso due avvenimenti epocali hanno infranto il paradigma della procreazione umana: Ma, come accade per i traumi più gravi, abbiamo preferito rimuoverli o minimizzarli considerandole come forme di liberazione o interventi terapeutici.

Poiché le biotecnologie procedono espellendo il sesso dalla procreazione, la sua ricerca prende le mosse proprio dalla sessualità che la psicoanalisi aveva posto al centro della vita biologica e psichica. Primo tra i quali la disintegrazione del triangolo edipico formato da padre, madre, figlio , gravato, come effetto delle biotecnologie, da un eccesso di protagonisti.

Nella gravidanza indotta con dono di gameti e condotta per conto terzi, ad esempio, le madri possono essere tre: Ma queste soluzioni impreviste pongono richieste psicologiche ed etiche sempre più impegnative.

Aiutate i vostri allievi a diventare esseri umani. I vostri sforzi non devono mai produrre dei mostri formati, degli psicopatici qualificati, degli Eichmann istruiti. Fu il compianto dirigente della mia scuola, qualche anno fa, a condividere questa lettera apparsa su Le Monde in un pezzo della scrittrice Annick Cojean.

In senso stretto non esiste insegnamento in differita , ma solo in diretta. Insegnare è una branca della drammaturgia. Lo ricordava con precisione il Nobel Canetti nella sua autobiografia: È nella relazione che si impara a sentire il valore del sé come destinatario del dono del sapere.

Quali insegnanti siete tornati a ringraziare e per cosa? Per la lezione sulle leggi della termodinamica e su Leopardi, o per come vivevano e offrivano la termodinamica e Leopardi proprio a voi? Qualche tempo fa mi scriveva uno studente: Un mio compagno ribatte: Un insegnante deve avere un cuore talmente grande da non fare nessuna preferenza!

Interessato anche io dal momento che non avevo letto nessun grande poeta ho chiesto un consiglio. Il giorno seguente lo vedo estrarre dalla sua ventiquattrore un libricino invecchiato. Viene verso di me. Mi ha regalato una delle sue copie di Elegie duinesi , di R.

Rilke , il suo libro di poesia preferito. Il libro della sua giovinezza! La differenza tra le due impostazioni è proprio quella che corre tra chi si illude si possano separare istruzione ed educazione e chi invece le tiene naturalmente unite.

Nel primo caso si pensa che il docente sia un distributore di nozioni, nel secondo la didattica è conseguenza della relazione. È questa la rivoluzione copernicana chiesta a ogni docente: Un professore - il letto da rifare oggi lo suggerisce lo studente della lettera - è chiamato ad avere un cuore tale da non far preferenze perché preferisce tutti e ciascuno diversamente: È la stessa sfida narrata da Ovidio, nelle sue Metamorfosi , a proposito del mito di Pigmalione.

Uno scultore che, deluso da tutte le donne, si innamora della donna ideale che ha scolpito nel marmo. Il suo trasporto è tale che gli dei trasformano la statua in una donna in carne e ossa. Lo sguardo educante non è mai neutro ma sempre profetico, nel bene e nel male. Ne abbiamo conferma quotidiana nel bambino che, appena caduto, si volge verso i genitori: I ragazzi non hanno bisogno di insegnanti amiconi né aguzzini, ma di uomini e donne capaci di guardarli come amabili soggetti di inedite possibilità a cui non fare sconti.

E non è questione di missione o di poteri magici, ma di professionalità. La parola autorità viene da augeo aumentare: È anche, forse soprattutto, una diffusa miseria della sessualità maschile, che scambia potere, favori, assunzioni in cambio di briciole come un massaggio sotto un accappatoio, una masturbazione a cielo aperto, un assoggettamento a una virilità incerta.

E da cui è urgente uscire, se i destini della sessualità come espressione libera e creativa della specie umana ci stanno a cuore. E anche questo le consorelle francesi non possono non averlo notato.

Ma il politically correct gioca brutti scherzi. Questione di punti di vista. Ragione "Logos" e Amore "Charitas". Cristianesimo, democrazia e necessità di "una seconda rivoluzione copernicana". Credo che allora, sapendo di morire, Mario abbia detto qualcosa di essenziale di sé: Il che pare contraddire la sua biografia, di un professore di estetica ben radicato nel mondo accademico.

Come si va dallo stesso allo stesso. Mario si è sentito sempre in transito, in un Transfer come si dice negli aeroporti. Ma un transito che, circolarmente, riporta a dove si era partiti. Costoro avevano bisogno di un bambino, e lui fu ceduto a loro.

Un senza-genitori vezzeggiato, forse viziato, ma pur sempre senza genitori. Fino al punto, in Il sentire cattolico , di riconoscersi come cattolico: Attutire una sua pendenza ai disgusti , titolo di un altro suo libro.

Allora Napoli sembrava una città morta che si leccava le sue numerose ferite, solo depressione e rabbia. Assieme ad alcuni amici pensammo di organizzare un evento culturale che non facesse il minimo riferimento al terremoto.

Vennero migliaia di persone. Fu un happening unico. Intervenne Lucio Amelio, famoso gallerista amico di Andy Warhol, promuovendo i locali di omosessualità sado-maso americani Perniola allora appariva il portavoce di una visione estremista della vita e della filosofia: Io lo vedevo come rappresentante illustre di quello che chiamavo Pensiero Mario non ha mai smesso di transitare.

Una fabbrica di idee e di significanti nuovi. Mario mi ha detto che due uomini - oltre alle donne - avevano marcato la sua esistenza: Luigi Pareyson e Guy Debord. I suoi due padri adottivi, direi.

Pareyson, oltre che essere lui stesso un filosofo di grandissima sensibilità, è stato uno dei padri - è il caso di dirlo - di parte della cultura italiana degli ultimi decenni. Il fatto che i suoi allievi abbiano preso una strada filosoficamente autonoma non ha fatto mai mancar loro il suo affetto e il suo aiuto.

Mario sembrava commosso quando parlava di Pareyson. Debord ha rappresentato il lato scontroso, aspro, e in fin dei conti tragico, del Proponeva una società costituita da Consigli, non solo operai, dove in una sorta di assemblea permanente si sarebbero prese tutte le decisioni. Il situazionismo si vantava di essere un marxismo puro, ed è stato divorato dalla propria smania di purezza. Lavorava invece la sua compagna cinese, Alice, proprietaria di un ristorante asiatico.

Debord, uomo di cultura raffinata e intriso di letture classiche, era un uomo duro, refrattario, alcolista. Credo che abbia sempre molto sofferto di questo. Mario è stato sempre affascinato dalle tecnologie della comunicazione. Negli ultimi anni era particolarmente affascinato da Wikipedia, forse uno dei pochi esempi riusciti di democrazia conoscitiva: Agli esami universitari a Roma 2, i suoi studenti per essere ammessi dovevano mostrare di saper operare con disinvoltura su Wikipedia.

Ma credo che questa sia stata, sempre, la sfida di Mario: Anche le sue preferenze per i paesi avevano qualcosa di contraddittorio. Togliersi la terra sotto i piedi, che poi, in un certo senso, è stata sempre la viziosa delizia della filosofia. Mario Perniola, scomparso prematuramente il 9 gennaio era nato ad Asti nel Ha costituito una voce estremamente significativa e suggestiva della filosofia italiana degli ultimi decenni.

Forse il solo intellettuale italiano capace di misurarsi con le tematiche filosofiche e socio culturali sviluppate negli stessi anni nella cultura francese, a cui Perniola è stato sempre prevalentemente legato. Filosofia del "Sol calante" e filosofia del "Sol levante". Profonda frattura o connessione "nascosta"? La conseguenza è che per loro la loro versione è quella vera, e resterà nel loro cervello per tutta la vita.

Quella storia, quelle storie, saranno più importanti di Hegel e Kant, che pure le hanno tanto impressionate. Più importanti di Nietzsche, che oggi va per la maggiore. Quando qualcuna di queste storie trapela sui giornali, diventa subito la notizia più letta dalle ragazze in tutta Italia. Ci sarà una causa. Il prof sarà interrogato e sapremo le sue risposte. Parliamo del fenomeno carsico, sempre negato e tuttavia presente in tutte le scuole, dei legami sentimentali che nascono tra insegnanti e allievi.

Anticipo subito, qui ad apertura, una mia vecchia tesi, ma non obbligo nessuno ad accettarla: La difesa del prof sostiene che i messaggi del prof non sono molestie o violenze, perché hanno sempre ottenuto risposta. Ma, a parte il fatto che il consenso delle minorenni non è valido per questo son dichiarate minorenni , se la relazione vien corrisposta, vuol dire che è andata molto avanti e che è diventata stabile. Per la ragazza, e per la bambina, innamorarsi del prof è un fenomeno di crescita: Per il prof, innamorarsi di una ragazza o una bambina è un fenomeno di de-crescita, e nel caso della bambina di rimbambimento.

In questo caso, come insegna Freud, è inevitabile, utile, necessario che nasca un trasporto affettivo, che Freud chiama transfert. Il transfert è un grosso problema analitico. Posso sbagliare sono uno scrittore, non uno psicanalista , ma ho sempre guardato con sospetto lo psicanalista che si mette con una sua paziente, e la sposa.

Mi sembra un rapporto analitico interrotto e deviato. Per la stessa ragione guardo con sospetto il prof che scambia email erotiche con le sue alunne, ancora minorenni o appena maggiorenni: Una importante provocatoria riflessione Persone di potere dotate di un carisma privo di narcisismo esistono.

Ce ne vorrebbero molte di più Annamaria Testa. Che cosa frulla nella mente delle persone di potere? Diventano più impulsivi, meno consapevoli dei rischi e, soprattutto, meno capaci di considerare i fatti assumendo il punto di vista delle altre persone.

Non studia i comportamenti, ma il cervello. Quando mette alcuni studenti in una condizione di potere, scopre che questa influisce su uno specifico processo neurale: Ed eccoci alla possibile causa di quello che Keltner definisce paradosso del potere.

Quando le persone acquisiscono potere, perdono o meglio: Diventano meno empatiche, cioè meno percettive. Meno pronte a capire gli altri. E, probabilmente, meno interessate o disposte a riuscirci. Spesso le persone di potere sono circondate da una corte di subordinati che tendono a rispecchiare il loro capo per ingraziarselo, cosa che non aiuta certo a mantenere un sano rapporto con la realtà.

I top manager delle multinazionali girano freneticamente per il mondo come polli decapitati: Mi sarei aspettata qualche brusio di sconcerto tra gli astanti, e invece: Ho il sospetto che la sindrome del pollo possa appartenere non solo a chi guida le imprese, ma anche a chi governale istituzioni e le nazioni. È facile ammirare e rispettare le persone carismatiche.

Ma la citazione medesima contiene una dose consistente di protervia. Indica la tracotanza presuntuosa di chi ha raggiunto una posizione eminente e si sopravvaluta. È notevole il fatto che nel termine greco sia implicita anche la fatalità di una successiva punizione, divina o terrena: È una percentuale molto alta. Uno dei principali motivi di fallimento è il narcisismo: Tra sicurezza e ostinazione?

Tra fascino e manipolazione? Tra pragmatismo e cinismo? E la capacità di mantenere il consenso è direttamente proporzionale alla capacità di comunicare, di ascoltare e di interagire mettendosi a confronto. Ce ne vorrebbero molte di più. Una importante provocatoria riflessione di Lidia Ravera. Un omaggio a Kurt H. Wolff e a Barrington Moore Jr.

La filosofia francese del Novecento ha ripreso in vario modo il tema cristiano della carne. Talvolta, come in Michel Henry, ci si è limitati a rivendicare la carnalità come arma da opporre ad una presunta smaterializzazione del corpo avvenuta in età moderna e post-moderna. È questa estasi relazionale che Sartre chiama incarnazione. Non si tratta solo del corpo nudo, della sua epidermide o della morbida consistenza della pelle: Quando Sartre dice che normalmente la fatticità è rivestita e nascosta dalla grazia, e dunque la nudità della carne, per quanto sia sempre presente, è tuttavia costantemente invisibile cfr.

Lo stesso Sartre, del resto, riconosce che. Questo sarebbe vero solo per il cadavere. Questo significa che anche il corpo di carne non è mai semplicemente un corpo ridotto alla pura apparenza naturale o alla sussistenza fisiologica. In entrambi i casi, la carne del desiderio è sempre gratia plena. La cosmesi o la cosmicità della grazia non le sopravviene, ma costituisce il suo unico modo di apparizione.

La sua ricerca di una carne senza trucco si rivela impossibile, in fondo, anche solo per il fatto stesso di essere una ricerca volontaria. In questo senso, lo sguardo sadico non è che il rovescio di quello cristiano: Non che la vista sia esclusa dal sentire propriamente carnale. Solo che il vedere in stato di desiderio è un vedere esclusivamente aptico. Solo questo sguardo di carne, che scivola sul corpo come una carezza, è in grado di mantenersi nel campo del desiderio.

Lo sguardo panoramico del voyerista e quello altrettanto globale anche se ravvicinato del sadico posso certo produrre eccitazione e godimento, ma nessun essere di carne.

Anche lo sguardo fisso e ossessivo che gli amanti si rivolgono talvolta nei momenti che precedono il piacere è uno sguardo di carne, benché in un senso peculiare. Sono lontani i tempi di anatemi e diffidenze tra Chiesa e psicoanalisi. Ce lo ha voluto papa Francesco. Un dialogo nei propositi non ristretto alla ricerca scientifica.

Corsi e ricorsi di storia e di fede! Poste le basi dalla teologia fondamentale, adesso la sfida potrebbe allargarsi e coinvolgere altre branche del sapere teologico , quali ad esempio la teologia pastorale e quella biblica.

Se non diventano parola parlata, spezzata come pane della conoscenza, vissuta, condivisa, le parole dei teologi che studiano la psicoanalisi rimangono per pochi addetti ai lavori, autoreferenziali, lessico per iniziati. Numerosi specialisti già si servono di vari strumenti psicoanalitici per comprendere le Scritture, le componenti umane e storiche dei testi sacri, i pionieri della psicologia del profondo. Questi ultimi sarebbero fuori luogo in soffitta, anche se Lacan li ha criticati con un linguaggio al cui fascino la teologia fondamentale non sembra indifferente.

Dopo la pubblicazione del Libro Rosso , nel , Jung va riconsiderato, in specie dai teologi: Non dimentichiamo che Jung fu psichiatra e in quanto tale ha vissuto in prima persona le sofferenze estreme della psiche che disputa con Dio, come Giobbe, o che del Creato coglie il vuoto, come Qoelet, e rischia di sprofondarci. Jacques Lacan e la teologia di Rossano Gaboardi è pubblicato da Glossa pp.

Il francese Jacques Lacan era psichiatra e filosofo. È stato uno dei maggiori psicoanalisti del Novecento. Confesso di aver paura di scrivere o parlare di pedofilia - oggi, è come attraversare un campo minato. Il vespaio provocato dal romanzo di Walter Siti, Bruciare tutto , il cui protagonista è un prete che desidera i bambini ma casto, mostra bene che la pedofilia tocca certi nostri nervi scoperti. Invece, si incrimina qualcuno anche solamente per aver visitato siti pedopornografici.

Non solo gli atti pedofili, ma il desiderio pedofilo in sé oggi è criminalizzato. Come il decimo comandamento, il solo che proibisca un desiderio - dei beni altrui, compresa la donna altrui.

Anni fa una rivista di psicoanalisi mi chiese un intervento sulla pedofilia, e io scrissi un saggio in cui esaminavo alcuni casi di pedofilia presi dalla letteratura clinica. Con mia sorpresa il saggio fu rifiutato; il compianto amico Pietro Barcellona, membro della redazione, mi disse che quel mio scritto era apparso una lancia spezzata a favore dei pedofili.

Eppure, quel mio articolo è uno dei pochissimi, tra i tanti da me scritti, che nessuno abbia voluto pubblicare.

In effetti, articoli anche di genere scientifico iniziavano con un anatema contro il flagello della pedofilia, con una denuncia di una quasi-cospirazione mondiale dei pedofili, ecc. Spero che, detto questo, io possa esprimere impunemente la mia idea. Appunto, quel che mi sembra importante analizzare è proprio questa nostra esacerbata reattività quando si parla di pedofilia. Gli omosessuali erano perseguitati in modo triplice: Quanto alla masturbazione, specialmente quella infantile, veniva denunciata come causa di terribili disturbi mentali e sessuali.

In sintonia con una certa omertà della popolazione nei confronti dei pedofili, soprattutto di quelli ecclesiastici, fino a pochi decenni fa. Mio padre, professore di filosofia nato nel , aveva studiato a Napoli in scuole di barnabiti e gesuiti, cosa che aveva prodotto in lui un desiderio di sacerdozio.

Eppure ogni tanto alludeva a preti chiaramente pedofili; mi disse che un nostro caro amico di famiglia, una persona molto fragile, da ragazzo aveva accettato una relazione con un prete pedofilo.

Mi disse che anche lui era stato oggetto di attenzioni, che aveva respinto. Apparirà oggi stupefacente che poi lui stesso mi mandasse a 15 anni a studiare dai barnabiti, a Napoli, istituto Bianchi, per due anni. Una volta un barnabita che non avevo mai visto, un uomo magro sulla trentina, mi dette appuntamento per parlarmi; evidentemente era il sacerdote incaricato della consulenza spirituale dei giovani allievi, tutti maschi.

La sera mi recai al Bianchi. Mi fece sedere di fronte a sé, molto vicino, la sua bocca quasi mi alitava in faccia, e mi prese una mano. Ricordo le sue mani fredde, i suoi grandi occhiali, il volto ossuto, la voce felpata e vischiosa. Senza andare troppo per le lunghe, mi chiese se avevo avuto polluzioni, se mi toccavo Capii che dovevo tagliare la corda, difatti, senza rispondere alle sue domande, trovai una scusa e me ne andai.

Non so se quel tutore spirituale volesse sedurmi sessualmente, ma considero la sua lubrica curiosità sulla mia aurorale vita sessuale come già di per sé un attentato pedofilo. Era evidente che godeva nello strappare il velo di pudore degli adolescenti, nel penetrare anche solo verbalmente la loro intimità. Un cambio di discorso. O, come si dice in filosofia della scienza, un cambio di paradigma. Questo ciclone ha fatto breccia nella pedagogia, nella critica letteraria, nella psichiatria, nel cinema, ecc.

La psichiatria si convinse del valore patogeno del trauma, e il trauma per lo più erano abusi sessuali. Non si contavano i biografi di scrittori, artisti, politici, musicisti, ecc. In Italia si dice "i panni sporchi si lavano in famiglia", invece nel mondo anglo-americano si andavano e si vanno a cercare prima di tutto i panni sporchi delle famiglie per esibirli in pubblico.

Eppure questa ricerca del parente pedofilo aveva orli paranoidi. Una febbre querelante, dove era difficile separare il delirio dalla rimemorazione di eventi reali, sconvolse le famiglie statunitensi.

Ha colto qualcosa di questo il regista danese Thomas Vinterberg. Nel Vinterberg diresse un film, Festen , in cui a una festa di famiglia ricca uno dei figli denuncia drammaticamente il padre-padrone per aver abusato sessualmente di lui e della sorella, morta suicida, quando erano piccoli. Un giovane maestro di asilo in un villaggio danese viene accusato noi spettatori sappiamo ingiustamente di aver sedotto sessualmente una bambina sua allieva. Il villaggio non è garantista, per cui tutti sono convinti che il maestro sia un pedofilo e perseguitano lui e il figlio adolescente.

Poi il maestro viene scagionato dal giudice, ma questo non basta: Col tempo, tutto sembra calmarsi, il risentimento pare archiviato. Ma un giorno, durante una partita di caccia con amici, qualcuno che non vediamo spara addosso al maestro, mancandolo.

Quel che Vinterberg coglie è insomma un bisogno collettivo di avere un pedofilo da perseguitare. Un paradossale desiderio di pedofili. Siamo nella logica del capro espiatorio, su cui tanto si è scritto. Mentre un compagno di cella che ha ucciso più persone viene accettato. Nel film di Vinterberg si tratta di fiction, ma storie analoghe sono accadute realmente in molti paesi.

In Italia avemmo il caso inquietante di Rignano Flaminio: Come spiegare questo orrore per il pedofilo, ambiguo perché esprime il desiderio di averne uno da perseguitare? Alcuni sostengono che esso è il segno di una nostra maggiore sensibilità al mondo infantile, che insomma oggi i genitori sono molto più attenti nei confronti dei figli. Dovremmo rallegrarci del fatto che finalmente la nostra società si sia accorta di qualcosa che pur esiste da che mondo è mondo, e cioè che i bambini vengono picchiati, i padri vanno a letto con le figlie e i fratelli con le sorelline, e alcuni preti seducono ragazzi e ragazze.

Non a caso, si dice, nelle società industriali avanzate facciamo sempre meno figli: Viviamo in una società dove il bambino è sempre più importante, da qui la tendenza - soprattutto italiana - a permettergli tutto.

È una specie di lapsus freudiano, che andrebbe interpretato. Dovremmo chiederci quale sia il nostro modo attuale. Ovvero, aboliamo sempre più la differenza tra i bambini e noi, soprattutto per quel che riguarda la sessualità. Innanzitutto vestiamo i bambini sempre più come noi adulti. Il successo della Barbie - attraverso i giocattoli gli adulti plasmano la mente dei loro bambini - la dice lunga: La Barbie ha imposto alle bambine il paradigma della donna moderna.

Quanto poi alle altre bambole alternative alla Barbie, come Bratz, mi sembra che esaltino la figura della adolescente sexy e alla moda che va in discoteca. E non dobbiamo più dare scappellotti ai nostri bambini, proprio perché non li diamo agli adulti. Il sesso viene insegnato nelle scuole, ovvero vogliamo che i nostri bambini sappiano sulla sessualità e sulla nascita più o meno le stesse cose che sappiamo noi. Favole come la cicogna o i bambini sotto i cavoli sono derise e vituperate.

Evidentemente la teoria di Freud - che ha svelato un segreto di Pulcinella, il fatto che i bambini abbiano impulsi sessuali, cosa che ogni madre e padre e baby sitter sa - è stata assorbita dalla nostra cultura, per cui non reprimiamo più atti sessuali tra bambini. Certo non proibiamo più la masturbazione. Come si spiega allora questo accanimento anti-pedofili? Ci sono impulsi pedofili in moltissime persone, anche se sono repressi dalla nostra etica sessuale.

Il pedofilo funziona allora come capro espiatorio su cui delegare il proprio interesse morboso per i bambini. Come nel film di Vinterberg o a Rignano Flaminio, si ha bisogno di un pedofilo, anche se inventato, per incarnare in un altro le proprie tentazioni.

Ma ci resta un rosebud a cui dare risposta? Il film celeberrimo di Orson Welles Citizen Kane Quarto potere si snocciola come una ricostruzione biografica. Un giornalista deve ricostruire la vita del magnate della stampa e tycoon Charles Foster Kane, giusto dopo la sua morte. Il giornalista compone una sorta di puzzle intervistando varie persone che hanno condiviso parte della vita di Kane. Chi o che cosa era questo Rosebud? Questo significante sembra indicare un pezzo mancante nel puzzle. Rosebud letteralmente significa bocciolo di rosa, ma viene usato anche come bocca di rosa, una bocca con labbra delicate e rosee.

Come orifizio con mucosa, il termine evoca anche le piccole e grandi labbra della vagina. Questa di Millot è una testimonianza sulla sua esperienza personale con Lacan.

Che si aggiunge a varie altre testimonianze, pubblicate nel corso degli anni da parenti amici allievi o analizzanti di Lacan, da prospettive tra loro diverse, a cui bisogna aggiungere la lunga biografia di Lacan scritta da Elisabeth Roudinesco. Abbondano aneddoti anche gustosi, altri più o meno immaginari, sul personaggio Lacan.

Vari amici, che stimo, mi hanno detto che questo libretto secondo loro non vale granché. Mi chiedo che cosa abbia potuto motivare questo giudizio severo. Un libro-testimonianza deve il suo interesse non al fatto che sia scritto più o meno bene, che sia più o meno profondo, ma al fatto che testimoni appunto, che ci informi su aspetti a noi ignoti di una vita.

E la stessa analisi appare in qualche modo un pettegolezzo su se stessi, un tradurre in parola qualcosa di intimo e inconfessabile. Forse alcuni vorrebbero che di Lacan si scrivessero non biografie ma agiografie. Le biografie serie comportano sempre un alone di demistificazione, e posso capire che chi vota a Lacan una forma di culto della personalità non possa accettarle.

Al limite, ci saremmo aspettati che Millot ci parlasse anche dei suoi rapporti sessuali con Lacan, o dei suoi rapporti con la moglie di Lacan Sylvia, perché no? Ma più ne sappiamo di uomini e donne eminenti, più un tarlo, simile a Rosebud, ci assilla: Insomma, chi era veramente Lacan?

Di Lacan colpisce un comportamento che i suoi più intimi mettono in evidenza: Per Lacan, come per S. Ora, come vedere il fatto che il teorico della legge non tenesse in alcun conto la legge più banale, il codice stradale? Cogliamo qui una discrasia tra la teoria e la vita? Il giovane Lacan gli disse di voler andare poi alle Olimpiadi di Berlino, che si tenevano allora. Il punto è che queste dovevano essere le Olimpiadi di Hitler Appunto, cela ne se fait pas.

Non si passa col rosso, non si va a letto con le pazienti, non si fanno sedute eccessivamente corte, si deve dare la precedenza in strada Piuttosto per dire che Lacan era un dandy. Nessun biografo o testimone di Lacan, a quanto io ne sappia, ha presentato Lacan come un dandy. Essi si escludevano dai valori e dai gusti della massa, vantando la loro libertà rispetto alle regole che valgono per la gente comune, ovvero per i mediocri.

Millot sottolinea come Lacan facesse sentire la gente comune a proprio agio, come sapesse interloquire bene con gli psicotici; insomma, sapeva aiutare.

E poi, quando si ha quel fascino misterioso che oggi chiamiamo carisma, si riesce ad aiutare meglio il prossimo che quando non lo si ha. Il dandy, dunque, si sente libero. Dice che Lacan era esasperato dal fatto che Contri avesse chiamato Comunione e Liberazione la sua scuola di Milano. In realtà Contri aveva chiamato il suo gruppo Scuola freudiana di cui io stesso feci parte per qualche anno , ma era anche membro del movimento Comunione e Liberazione che noi italiani conosciamo bene.

Ecco una posizione che oggi apparirebbe retrograda, che il movimento LGBT contesterebbe. Oggi prevale la concezione per cui il proprio gender è qualcosa che ci si assegna , non qualcosa che si è oggettivamente. Eppure Lacan si sentiva libero da ogni regola. Egli non voleva cedere sul proprio desiderio. È proprio negando teoricamente la libertà umana, come fece Lutero De servo arbitrio , che la si deve praticare, in modo ingenuamente disperato. Lacan voleva sempre godere di tutto: Lacan esprimeva piuttosto una straordinaria vitalità , una passione quasi futurista per il movimento, gli sport, la velocità, i viaggi.

Lacan passava lunghe ore assorto, silenzioso, immobile. Chi è molto vitale, non teme la morte. E Millot insiste sulla impavidità di Lacan. Quando la morte gli si presentava davanti, non la fuggiva. Come il dandy, pagava il prezzo di una solitudine di fondo.

Come ha potuto Lacan fondare allora una scuola quasi di massa di cui lui era il capo indiscusso? Qual era allora il rosebud di Lacan? Direi proprio averci detto che ogni esistenza singolare - anche la propria - gira attorno al mistero di una bocca socchiusa che si presenta come dolcissima.

Egli era a un tempo Kane con il suo buco e il giornalista che lo cerca. In fondo, ha indicato sempre un buco fondamentale che rompe la coerenza del soggetto-organismo. Egli cercava una singolarità senza senso con cui ciascuno di noi deve confrontarsi. In fisica si chiama singolarità ogni fenomeno per cui le leggi della fisica normale cessano di valere, come nei buchi neri.

Allora Lacan fu completamente assorbito, direi assillato, dai nodi borromei. Si tratta di un numero indefinito di anelli - minimo tre - allacciati in un certo modo che, se se ne taglia uno, tutti gli altri risultano liberi. Millot ci ricorda che gli spaghi per fare catene borromee avevano ormai invaso le due case di Lacan. Negli ultimi tempi, nei suoi seminari si limitava a disegnare sulla lavagna anelli e nodi sempre più complessi, in silenzio; quasi non parlava più.

Bisogna psicoanalizzare anche la teoria psicoanalitica, e lo psicoanalista che la elabora. Evidentemente Lacan si interrogava: Attorno a questo paradosso, il vortice del modo di vivere e di pensare di Lacan.

In questo vortice faceva girare insieme gran parte dello scibile, in una bulimia simile a quella speculativa di Hegel: Con questo qualcosa che manca al puzzle - e che in qualche modo ci libera pericolosamente da ogni legge - si è confrontato tutta la vita. Il primo passo è quello critico. La critica della Legge è un punto fondamentale del pensiero perverso. È la prossimità paradossale che Lacan sottolinea tra Kant e Sade: La colpa e la maledizione della Legge degli uomini è negare la realtà della Legge del godimento.

La Legge degli uomini aliena la vita dalla sua Origine, da quel godimento compatibile col corpo che Sade vede incarnarsi nella vita della Natura. Il secondo passo è quello fondazionista. La sua esigenza è assai più radicale. Esso non si accontenta della versione paolina della Legge nella sua dialettica col desiderio interdizione-trasgressione , ma pretende di riscrivere ex-novo la Legge, di rifondare la Legge, di dare alla Legge un nuovo fondamento.

Qual è la Legge delle Leggi che dovrebbe oltrepassare la maledizione colpevolizzante della Legge degli uomini? Il passo più essenziale della perversione non è infatti né quello della critica alla Legge, né quello della spinta alla sua rifondazione. Si tratta di una metamorfosi masochista. La metamorfosi perversa eleva il masochismo a forma compiuta della perversione. La sua resta ancora una spinta a godere che denuncia paradossalmente lo scarto che continua a sussistere tra corpo e godimento.

Piuttosto secondo Lacan è il masochismo a realizzare la metamorfosi compiuta del soggetto alla quale punta il disegno perverso. Nel masochista più che nel sadico ci troviamo di fronte a una totale abolizione del soggetto diviso del desiderio. Il masochista è un Dio che non conosce la morte: Essa vuole restituire al corpo - sottratto alla Legge del linguaggio - la sua integrità assoluta di corpo di godimento, compatto come il cemento, libero da ogni forma di mancanza.

Una vita che è già non-vita; quella di un Dio o di un animale. Operazione di messa a morte della forma umana della vita. Essere cane, scarto o detrito realizza una forma di vita dove la mancanza è dichiarata illusoriamente estinta. Una storia di lunga durata Il "rimorso di incoscienza" di Marshall McLuhan.

Virtualmente possiamo finanche morire o rimanere vivi, pur essendo morti nella vita reale. Seduzione, amori, tradimenti, malattie e immortalità dei nostri digital body , Franco Angeli Atkins non si limita infatti a ricreare delle rappresentazioni virtuali del sé che vivono e agiscono in un ambiente tecnologico disgiunto da quello reale.

Il suo intento è di dar vita a personaggi che ammaliano il pubblico, perché creano empatia. Il protagonista di uno dei video esposti a Rivoli, Ribbons , un bifolco di nome Dave, sputa poesie su un amore perduto mentre fuma sigarette fino al filtro e orina dentro al suo stesso bicchiere.

Egli è antipatico e al tempo stesso accattivante, proprio per quel carattere di vibrante e accorata umanità che lo contraddistingue.

È esattamente quel che accade al protagonista di Safe Conduct , la grande installazione video a tre canali che, negli spazi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, è allestita in modo da ricordare i tabelloni di arrivi e partenze degli aeroporti: Torino, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, 27 settembre gennaio Cantico dei cantici , traduzione e cura di Giovanni Garbini , Paideia, Brescia Il testo biblico che descrive il desiderio resta un codice segreto.

Come dimostrano gli ultimi studi. Di cosa parliamo quando parliamo del Cantico? È un mistero nel senso tecnico della parola. Il profano parlerà, ma non saprà di che parla. Già allora che cosa fosse il Cantico non lo si sapeva né voleva dire: Poemetto di età post-esilica, forse patchwork di canti attinti al patrimonio della tradizione assiro-babilonese ed egizia oltre che ebraica, con echi greco- ellenistici nello stile di Teocrito, il Cantico è indubitabilmente un testo erotico, quasi pornografico.

Nella traduzione latina di Girolamo: Secondo la tradizione rabbinica, alcuni brani del Cantico venivano cantati nelle taverne. Si sdegnava Rabbi Aqiba: Sulle ali della metafora della sposa-chiesa i versetti del Cantico si disseminarono nella fonosfera della liturgia, della musica, della letteratura, tramandole come mantra sempre meno dischiusi al senso. Più la torsione simbolica della teologia occidentale sottraeva loro il significato naturale - da Ambrogio a Gregorio Magno, da Guglielmo di Saint-Thierry a Bernardo di Clairvaux, da Francesco di Sales a Bossuet - più le sillabe e le immagini spandevano il loro mistero elementare.

Già il Talmud ammoniva, comunque, a non sottovalutare la letteralità che nessun testo biblico deve mai perdere. I letteralisti o naturalisti sono sempre, a ragione, esistiti: Il Novecento ha visto anche esegeti ecclesiastici cattolici, da Dietrich Bonhoeffer a Luis Alonso Schökel, assaliti dal dubbio: Il Cantico è nulla. È un prisma trasparente nella cui luce si riflette, moltiplica e illumina qualunque esperienza reale o spirituale, intellettuale o dottrinale vi si accosti. Il Cantico è un pezzo di vuoto sacrale.

Anima mea liquefacta est. Quaesivi, et non inveni illum. Vocavi, et non respondit mihi. Se la natura del desiderio è indicibile, il Cantico la dispiega in enigmi. Letture e riscritture del Cantico dei cantici , Qiqajon, Comunità di Bose, pagg. Nulla doveva distoglierlo dal comparare e commentare i testi della bibbia. Nel Commento al Cantico , opera della sua maturità, uscito ora in traduzione italiana insieme alle magnifiche Omelie sul Cantico di un altro grande padre greco, Gregorio di Nissa Origene, Gregorio di Nissa, Sul Cantico dei cantici , a c.

Rilanciata sul web ha scatenato le attrici Usa contro il regista: È bastato che il sito americano della rivista Elle ripubblicasse in inglese quelle parole per scatenare un nuovo boato di polemiche in Rete su Ultimo tango a Parigi. Perché volevo vedere la sua reazione come ragazza, non come attrice. Le repliche sono riassumibili in tre concetti: Alle parole di Chastain hanno fatto eco quelle di Evan Rachel Wood, che ha rivelato recentemente di essere stata vittima in passato di due stupri: Bertolucci nei momenti di crisi non è mai corso in mio aiuto.

Maria sapeva tutto perché aveva letto la sceneggiatura, dove era tutto descritto. Io ho precisato, ma forse non sono stato chiaro, di avere deciso insieme a Marlon Brando, di non informare Maria. Le reazioni sono state subito vivaci e, nel corso dei quattordici anni successivi, Wendy Doniger ha avuto più volte occasione di tornare sul tema, inserendo il Kamasutra nella trattatistica indiana, che costituisce un immane corpus di testi.

E soprattutto su uno di questi trattati si è appuntata la sua indagine: Anche se un parallelo trattato cinese, il Libro del Signore di Shang , che conosciamo grazie alla sapiente edizione di J. Dopotutto, spie, infiltrati e mezzani possono rivelarsi indispensabili per conquistare una città come per sedurre una donna.

E il Kamasutra lo dimostra con dovizia di esempi. Il rapporto è indiscutibile e Doniger lo illumina puntualmente, anche se - come sempre in India - è disperante stabilire una sequenza temporale rigorosa in cui situare i testi.

Ma chi è questo personaggio? Questo uomo di mondo innanzitutto è ricco e non ha obblighi di alcun genere. Come il giovane Ovidio a Roma due secoli prima, frequenta i riti e le feste religiose perché sono ottime occasioni per individuare donne belle, passibili di diventare un giorno oggetto di conquista.

La sua vita è al tempo stesso variegata e altamente ripetitiva. Nulla è arbitrario o accidentale: E qui si impone una glossa: Suo primo autore era stato il mite toro Nandin, che vegliava sulla porta della camera da letto dove Shiva e Uma erano congiunti in un interminabile coito, durato mille anni degli dèi. Insieme guardiano, voyeur e scriba, Nandin aveva annotato il sapere erotico che un giorno anche gli uomini avrebbero dovuto apprendere, sebbene parzialmente, essendo incapaci di applicarlo nella sua interezza.

Non meno illuminante di Nandin è il secondo autore leggendario del Kamasutra: Shvetaketu , colui che ridusse i mille capitoli scritti da Nandin a quei cinquecento destinati a essere poi, nel corso del tempo, ulteriormente ridotti, fino a diventare i centocinquanta di Babhravya del Panchala e i trentasei di Vatsyayana. Lo vediamo apparire, a ventiquattro anni, nella Chandogya Upanishad. Il padre gli dice che ancora nulla sa, anche se aveva studiato tutti i Veda.

Ora gli sarebbe toccato andare oltre. E a noi sono giunte in quanto parole dette a questo giovane brahmano, il quale - in un momento successivo della sua vita - avrebbe redatto una versione abbreviata della dottrina erotica di Nandin.

Wendy Doniger ha finalmente reso giustizia al Kamasutra , innanzitutto traducendolo in modo adeguato, senza i malintesi e le superfetazioni stilistiche di Burton, e ricollocandolo in una posizione eminente nella trattatistica indiana. E Shiva stesso è contraddistinto dalla più vasta oscillazione fra estremi che conosciamo.

Di Kama nessuno sarà in grado, per fortuna, di sbarazzarci. La lezione sorprendente e preveggente di Elvio Fachinelli. Accuse fondate su luoghi comuni. La personalizzazione del conflitto politico ha finito per espropriarci della cura nei confronti delle regole fondamentali della nostra convivenza democratica.

La restrizione diretta e apertamente autoritaria delle garanzie costitutive dei nostri diritti, crea opposizione e ribellione. La rottamazione pura e semplice di una classe politica inadeguata non produce di per sé legittimazione.

Se resta come unica opzione perpetua il senso di delegittimazione. Infatti, Renzi, il rottamatore, si identifica con Telemaco: Dimentica che il ritorno della legge nel regno di Itaca, non è opera di Telemaco. Un leader capace di identificarsi con Penelope e Ulisse, cioè con il senso di corresponsabilità che costituisce le relazioni cittadine in termini di condivisione e di scambio, è molto più affidabile di un figlio che si sostituisce ai genitori.

Una "risposta" di Umberto Galimberti. Di Spinoza non si ricordano grandi amori. Tutte le biografie ce lo consegnano come una sorta di santo eretico, un saggio stoico capace di condurre una vita esemplare, sobria e morigerata.

Come i colori nascono da combinazioni di giallo, rosso e blu, anche la tavolozza degli affetti è fatta di tre affetti primari: Se la tristezza è un negarsi al mondo, la gioia è uno slancio verso un legame più intenso con la realtà - per Spinoza, che usa una parola della Scolastica, perfezione. Spinoza racconta un amore che è una pura espressione della gioia: O, meglio, che progetto!!!

Forse aspiriamo a tracciare i confini di una finalità possibile: Forse il sesso propone una cifra - se non la cifra - di tale rinnovamento del desiderio, che in fondo non è altro che il desiderio stesso.

Almeno una cosa, infatti, è certa: La dissimulazione del sesso non faceva che portare avanti, con una modalità nuova proveniente dal contesto cristiano, la sua antichissima valenza sacra. In realtà, carità e concupiscenza si attraggono a vicenda tanto quanto sembrano respingersi. Esiste un debito assoluto. È a partire da questo che è possibile comprendere come il sesso si manifesti al mondo moderno con un vigore, una virulenza e persino una violenza mai conosciute altrove.

È molto difficile decidere dove cominci e dove finisca il sesso attraverso tutti i nostri rapporti, attività e atteggiamenti. Esso attraversa tutta la nostra vita. Traduzione italiana di Ida Porfido. Si concluderà in grande la quinta edizione del Festival delle donne e dei saperi di genere, con le due lezioni di Jean-Luc Nancy del 5 e 6 maggio che andranno a coronare il percorso fitto di appuntamenti, tra filosofia, cinema, teatro e incontri, che ha preso avvio a Bari fin dalla metà di aprile.

Dedicata interamente al segno delle transizioni, quindi partendo dalla riflessione intorno alla soggettività nomadica, la cifra complessa del presente riesce a dipanarsi. Se nelle prime due edizioni il baricentro atteneva ai saperi e le pratiche delle donne, da tre anni a questa parte il festival ha cambiato non solo nome ma anche fisionomia. Una torsione che è apertura femminista al tema delle differenze.

Fachinelli, pur conservando una posizione critica nei confronti del suo establishment , resta membro della Società psicoanalitica italiana rifiutandosi di finire fagocitato nel culto della personalità del grande psicoanalista francese - destino fatale per quasi tutti i suoi allievi, francesi e non. Prima fra tutte lo sforzo, avvertito da entrambi come necessario, di costruire una nuova lingua della psicoanalisi.

La pietrificazione mortificante del soggetto ossessivo coincide dunque con quella che ha investito la dottrina psicoanalitica. È lo stesso giudizio che Jacques Derrida dava di Freud: La tesi di Fachinelli diventa sempre più chiara e audace col passare degli anni. La sua tesi è chiara: Ma certo questo è il suo limite: Vigilanza ossessiva, senso perenne del pericolo, rafforzamento delle barriere difensive. La stessa tristezza che orienta il simbolismo psicoanalitico che finisce per ridurre in modo angusto la potenza e la bellezza del mare a simbolo della madre senza cogliere che, caso mai, come fa notare Ferenczi, opportunamente citato da Fachinelli, si dovrebbe dire il contrario, ovvero che è la madre a simboleggiare il mare.

Come interpretare quella trascendenza che pur essendo interna al soggetto lo trascende? Un secondo grande tema della riflessione di Fachinelli, presentissimo anche in questa ultima raccolta di scritti politici, è quello del legame sociale, o, più precisamente, della possibilità di realizzare una comunità umana non alienata: Non si dà, infatti, Comunità possibile se non sullo sfondo di una impossibilità condivisa: Ma la particolarità psicoanalitica e non filosofica della riflessione di Fachinelli consiste nel mettere in connessione la problematica della Comunità con quella della femminilità.

Anche con questa mossa egli mostra di conoscere bene la lezione che Lacan sviluppa a ridosso del , in particolare nel Seminario XX , sul rapporto tra sessuazione maschile e sessuazione femminile considerate come possibilità di declinare, in modi diversi, il legame sociale.

Ma anche in questo caso, come si vede, il punto prospettico resta quello di una valorizzazione del femminile come antidoto alle tendenze settarie e totalitarie, dipendenti, del gruppo. Fachinelli è davvero esplicito su questo punto. Si tratta di un movimento di apertura che riguarda innanzitutto gli psicoanalisti e la psicoanalisi: Accoglierlo prima di esaminarlo ed eventualmente respingerlo. Intrepidezza, atteggiamento infinitamente più ricco e alla fine forse più efficace della prudenza di chi edifica muraglie".

Ci si deve incamminare, come suggeriva anche Lacan, in una direzione opposta a quella della compattezza identitaria che caratterizza la sessuazione maschile: Sebbene, come precisa giustamente Fachinelli, questa nuova via non si configuri affatto come il rovesciamento simmetrico della prima.

Fabio [ Elvio , fls ] Fachinelli è stato una figura significativa della Società Psicoanalitica Italiana tra gli anni settanta e ottanta del secolo scorso. Massimo Recalcati, analista lacaniano, gli ha tributato recentemente un giusto riconoscimento. La critica di Fachinelli a Freud, che Recalcati condivide e rilancia, seppure colga una prospettiva importante, lo fa a spese di una valutazione giusta del criticato.

Questo non è privo di conseguenze: Non ascolta solo il primo ministro. Ha visto il loro rapporto in termini di continuità nella discontinuità, come processo di trasformazione perenne della materia umana. Questo processo è la matrice della nostra reale apertura al mondo, che alle sue radici è inconscia. Ma i legami non sempre sacrificano il desiderio: Il tempo ipermoderno sputa sulla fedeltà inneggiando una libertà fatta di vuoto.

: Film porno classic escort bois colombes

Film porno classic escort bois colombes Gros cul anal escort dreux
Porno fr vivastreet nancy Lesbienne milf escort strasbourg
Film porno classic escort bois colombes Sex arabe escort marmande
Plan cul gay vivastreet valenciennes 950
Se questa e' l'Italia che deve andare porn levrette escort poilue, ho molti dubbi sul nostro futuro. Fattene una ragione, col tuo vuoto sei formalmente associato a chi inneggia a Mangano eroe e sputa su Borsellino e Falcone. Infatti, pur avendo vinto in prima e seconda istanza la causa che la vede opposta al fisco che reclama milioni di euro mica bruscolinie quindi pur essendo in posizione di vantaggio, ha preferito non rischiare la Cassazione ed ha patteggiato. In effetti, le tre grandi catastrofi degli ultimi due anni - Brexit, elezione di Trump, vincita dei partiti anti-politica in Italia - si sono prodotte rispettando in tutto i meccanismi democratici. Allora, andiamo a ricominciare!

Film porno classic escort bois colombes -

Scritto in 1. Non che nel mondo premoderno la gelosia fosse sconosciuta. Fughe che purtroppo non sono preti che gettano la tonaca alle ortiche, ma spesso preti che esprimono la loro libido repressa in modo distorto, restando ligi al sacerdozio.

Film porno classic escort bois colombes -

Qualcuno ha ricordato cosa gli diceva il padre riguardo alle politiche del tempo. Non che sia un gran sito, sono poche pagine quasi invisibili, non lo aggiorno da anni e nel frattempo ha anche perso qualche pezzo, ma c'è la mia personalità e tra pochi giorni scadrà il dominio e non avrà più l'occasione di visitarlo. Capii che dovevo tagliare la corda, difatti, senza rispondere alle sue domande, trovai una scusa e me ne andai.

Leave a Reply